Genius 41983 punti

Il mastino dei Baskerville


Londra, primi del Novecento. Il celebre investigatore Sherlock Holmes e il dottor Watson, suo fidato assistente, sono incaricati di indagare su una intricatissima e inquietante vicenda. Una maledizione incombe sull'antica casata dei Baskerville, secondo la quale, per punire la crudeltà di un loro antenato, i discendenti maschi della famiglia sono destinati ad una cruenta morte prematura ad opera di un mastino enorme e mostruoso che, di generazione in generazione, si materializza nella brughiera circostante il castello dei Baskerville, nella contea di Devon. Il penultimo discendente, Sir Charles, è stato trovato cadavere al limitare del parco del maniero; l'ultimo rampollo, il giovane Sir Henry, dovrebbe raccogliere l'ingente eredità familiare e stabilirsi a Baskerville Hall, ma si teme per lui la stessa tragica sorte. Naturalmente, il razionalissimo Holmes non presta fede a leggende che pretendono di spiegare gli eventi ricorrendo al soprannaturale: con l'aiuto di Watson, egli riesce ad avere ragione dell'intricata matassa e a scoprire il piano criminoso di un lontano e dissoluto parente dei Baskerville, Stapleton. Costui ha addestrato un feroce mastino di taglia enorme e lo sguinzaglia nottetempo contro le sue vittime per farle morire di terrore dopo aver cosparso il muso dell'animale con vernice fosforescente, onde farlo apparire come la fantasmatica belva della leggenda. Le irrefutabili conclusioni dell'investigatore sventano per un soffio la morte di Sir Henry e decretano la fine del colpevole nelle sabbie mobili della tetra palude di Grimpen.
Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email