Conte02 di Conte02
Ominide 263 punti

Currado Gianfigliazzi, nobile cavaliere dedito alla caccia, un giorno, a Peretola, cacciò una gru che consegnò al suo cuoco veneziano Chichibio. Mentre egli cucinava, Brunetta, l'amata di Chichibio, che attratta dal profumo invitante della gru, arrivò e lo minacciò per farsi regalare una coscia dell'appetitosa gru. Quando a cena fu servita ai commensali, Currado rimase stupito nel vedere e sentire da Chichibio che le gru hanno una sola coscia e una sola zampa, così minacciò il cuoco chiedendogli di provare quello che aveva detto. Così al mattino, Currado e Chichibio partirono per verificare se quello che Chichibio aveva detto fosse vero. Durante il viaggio il cuoco era preoccupato per le conseguenze che il suo signore gli avrebbe inflitto se avesse visto gru con due zampe. Ma tutta la paura di Chichibio svanì quando, in riva al fiume, videro delle gru che dormivano su una zampa. Currado, però, per mostrare al cuoco che aveva ragione lui, si avvicinò alle gru e urlò; allora le gru si svegliarono e, spiccando il volo, mostrarono la seconda zampa. In sua difesa , Chichibio rispose a Currado che se avesse urlato così anche alla gru cucinata la sera precedente, anche lei avrebbe mostrato la seconda zampa. Così Currado ebbe una reazione di riso e di allegria nel sentire la risposta pronta di Chichibio e così si riappacificò con il suo signore.

Sintesi


Chi? = Chichibio
Che cosa? = mentì al suo signore
Quando? = un giorno
Dove? = a Firenze
Perché? = per regalare una coscia della gru alla sua amata ma seppe evitare la punizione, grazie ad una sua risposta divertente che lo fece riappacificare con il suo signore
Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità