Ominide 775 punti

Upgrade di Hard Drive e RAID


Invece di acquistare un nuovo computer per disporre di un sistema con maggior velocità e spazio di memoria, si può ricorrere all'aggiunta di un hard disk aggiuntivo. Vi sono varie ragioni per l'installazione di un drive addizionale:
• Installare un secondo sistema operativo
• Fornire spazio di archiviazione addizionale
• Fornire un hard disk più veloce
• Conservare il file di swap del sistema
• Fare il backup dell'hard disk originale
• Aumentare la tolleranza ai guasti
Quando due dischi rigidi PATA sono connessi allo stesso cavo dati, uno dei due drive deve essere configurato come unità master e l'altro come unità slave. Questo permette al computer di accedere individualmente a ciascuno dei dischi.
Le connessioni dei jumper sono posizionate sul retro dell'hard drive per configurarlo come drive standalone, drive master o slave. Alcuni drive possono essere settati come CS (Cable Select). Questa impostazione permette al BIOS di configurare gli hard disk come master e slave automaticamente in dipendenza dall'ordine secondo cui sono collegati al cavo. Consultare la documentazione o i disegni illustrativi dell'hard drive per effettuare le corrette impostazioni dei jumper.

Ciascun disco rigido SATA ha il suo cavo di collegamento; quindi, non vi è un rapporto master-slave tra i diversi dischi.
L'installazione del sistema RAID (Redundant Array of Independent Disks) può offrire protezione dei dati e incrementare le prestazioni collegando più hard disk.

Il sistema RAID richiede due o più hard drive. L'installazione del RAID può essere di tipo software o hardware. Le installazioni hardware sono di norma più affidabili ma più costose. In una implementazione hardware, un processore dedicato presente sulla motherboard oppure su una scheda RAID effettua i calcoli necessari per svolgere le speciali funzioni di allocazione dei dati su multipli hard disk. Le installazioni software sono create e gestite da alcuni sistemi operativi. È importante conoscere costi, prestazioni e affidabilità di ciascuna configurazione RAID.
Dopo aver scelto l'hard disk più indicato per il computer, seguire le seguenti linee guida generali durante l'installazione:
Passo 1. Posizionare l'hard disk in un alloggiamento disponibile e serrare le viti per fissare il disco al case.
Passo 2. Configurare hard drive PATA come master, slave o in modalità auto-detect. Nel caso di un hard drive SCSI, selezionare il numero identificativo (ID number) e terminare la catena SCSI.
Passo 3. Collegare il cavo dell'alimentazione e il cavo dati all'hard drive. Controllare che il pin 1 del cavo dati PATA sia correttamente allineato.

Hai bisogno di aiuto in Informatica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Dispositivi di Archiviazione e RAID