Tutor 46723 punti

Breve storia del computer


Il computer è un calcolatore ed elaboratore dati automatizzato e programmabile.

Ma come è nato il computer? Quella di creare un macchinario che semplificasse le operazioni di calcolo è un’idea che è presente nell’uomo dall’antichità, basti pensare che la prima rudimentale forma di calcolatore risale al 35.000 a.C. (l’Osso di Lebombo, un osso con incise delle tacche).

Il progressivo miglioramento delle tecniche ha portato con sé versioni sempre più sofisticate di calcolatori, passando dall’abaco medievale alla prima calcolatrice meccanica inventata da Pascal nel 1642 (la Pascalina) fino ai primi sistemi di archiviatori ed elaboratori di dati della prima metà del XX secolo. Tra i più celebri troviamo il Memex, la macchina Enigma usata dai nazisti nella seconda guerra mondiale e la Bomba polacca, creata per decifrarla.

Il culmine di questo processo (o forse l’inizio, a seconda dei punti di vista) arriva nel 1941, data che segna letteralmente una transizione verso l’era digitale: viene creato il primo computer della storia, Eniac, composto da 1800 valvole e grande quanto una stanza.

Ma è solo alla fine dei due conflitti mondiali che l’uomo concepisce la propria potenzialità in ambito informatico: l’idea di PC con interfaccia grafica che abbiamo noi oggi nasce nel 1950 con la creazione della prima unità a nastro.

La seconda metà del XX secolo è logicamente caratterizzata da un forte sperimentalismo.
Uno dei primi esempi è il WhirlWind del 1951, un simulatore di volo progettato per finalità belliche, che anticipa di diversi decenni l’elaborazione in tempo reale dell’input dato.

Per quanto riguarda la nostra penisola, la nascita del primo computer è determinata nel 1957 da un progetto del premio Nobel per la fisica Enrico Fermi volto ad agevolare la ricerca scientifica.



Date importanti nella storia del computer


Ecco dunque gli eventi principali in ambito informatico degli anni moderni:

1957: la più grande azienda del momento, l’IBM, implementa l’hard-disk, che semplifica notevolmente la struttura dei computer.

1962: nasce il primo videogioco, chiamato “Spacewar!”

1964: Douglas Engelbart, uno dei più grandi pionieri della storia dell’informatica, progetta il moderno sistema di interazione con il computer (ovvero mouse e tastiera).

1972: viene creato il primo microprocessore a 8 bit.

1975: Paul Allen crea il primo linguaggio ufficiale di programmazione, il Basic.

1976: Steve Jobs fonda l’Apple e lancia sul mercato il primo home computer

1981. Paul Allen e Bill Gates fondano la Microsoft.

1981: IBM lancia sul mercato un modello provvisto di sistema operativo Microsoft. Tale computer non presenta un particolare avanzamento tecnologico rispetto ai precedenti, ma ha la caratteristica di essere aperto, e quindi potenzialmente soggetto a modifiche ed implementi.

1985: la Microsoft sviluppa Windows 1.0.

1992-3: inizia, a cura di IBM, la realizzazione del primo smartphone.

1995: la Microsoft rilascia una versione di Windows contenente Internet Explorer: nasce così la moderna era di Internet.

Ad oggi l’industria informatica è la più produttiva del pianeta, sia come ricerca e sviluppo di nuove tecnologie sia dal punto di vista economico: le aziende sorte negli anni ‘80-’90 sono ad ora le più importanti del pianeta: Microsoft, Apple, Samsung, Amazon contano patrimoni miliardari.

A cura di Carlo.

Hai bisogno di aiuto in Informatica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email