Ominide 14 punti
Definizione di DB
Il Database è un insieme di dati, organizzati secondo una tecnica di modellizzazione, memorizzato su una memoria di massa (Hard disk, USB, …) con l’obiettivo di gestire e reperire i dati in modo efficiente. Viene gestito attraverso appositi programmi chiamati DBMS (ACCESS, ORACLE, SQL SERVER, MY SQL).

Cose da sapere
Ridondanza e inconsistenza dei dati
La ridondanza è la duplicazione di un dato che può essere “utile” cioè che serve a collegare i dati fra loro e “inutile” che non deve essere inserita nel DB. L’inconsistenza si ha quando due dati che rappresentano la stessa informazione hanno valori diversi.
Caratteristiche di un DBMS
I DBMS(DataBase Management System) in genere controllano che i dati siano coerenti, modifiche non valute possono derivare da malfunzionamenti software o hardware. Vi sono inoltre delle utility per recuperare i dati persi accidentalmente (calamità naturali, …). I dati memorizzati possono essere utilizzati da più utenti contemporaneamente, però è possibile limitare l’accesso a questi dati ai soli utenti autorizzati, in base alla loro funzione all’interno dell’organizzazione, attraverso degli strumenti messi a disposizione dal DBMS. Il linguaggio più diffuso per gestire i DBMS è l’SQL.

Tecniche di modellizzazione di un DB: gerarchico, relazionale, reticolare
Per modellare un DB esistono diverse tecniche che sono: il modello gerarchico che è strutturato ad albero ed è particolarmente adatto a rappresentare situazioni nelle quali vi è una gerarchia (1:N). In un albero ogni nodo rappresenta 0, 1 o più figli, ma solo un padre (eccetto la radice); il modello reticolare ha una struttura a reticolo, in cui un nodo può avere più padri, può rappresentare qualunque situazione reale e associazione (1:N, M:N, 1:1); il modello relazionale è basato sul concetto algebrico di relazione in cui dati due insiemi A, B R ⊆ A x B; questo modello fu ideato da E. Codd, ricercatore IBM negli anni ’70.
OCCORRE SAPERE CHE..
Entità e attributi
L’entità è un insieme di elementi che hanno tutti le stesse caratteristiche, gli attributi sono caratteristiche dell’entità.

Chiave primaria
La chiave primaria è un insieme di attributi che identifica univocamente un’entità, ciò significa che non possono esistere valori uguali alla chiave primaria.

Chiave secondaria
L’FK è formata da una o più colonne di una tabella che sono PK in un’altra tabella. Serve per collegare due tabelle con la relazione 1:N.

ADESSO POSSIAMO INIZIARE
Modello E/R
Il modello E/R (entity- relationship o concettuale) è la rappresentazione di un DB relazionale, contenente entità, attributi chiavi e associazioni fra entità.

Proprietà degli attributi
Gli attributi sono caratterizzati da:
Un formato=
-Numerico: Byte (0 a 255) memorizzato con 8 bit;
Intero (-32.768 a 32.767) memorizzato con 16 bit;
Intero lungo (-2.000.000.000 a 2.000.000.000) memorizzato in 32 bit;
Precisione Singola (numeri con la virgola oltre 2.000.000.000).
Testo, data/ora, Vero/Falso, Oggetto OLE (word, Excel, PDF).
Una dimensione= viene specificato solo per il tipo testo, gli altri tipi hanno una dimensione predefinita.
L'opzionalitàPossono essere opzionali (numero di telefono) o obbligatori (cognome), la PK è obbligatoria.


Modello L/R
Nel passaggio dal modello E/R al modello L/R ogni entità diventa una tabella, ogni attributo diventa una colonna della tabella, la PK dell’entità diventa PK della tabella. Per le associazioni 1:1 le tabelle vengono unite in un’unica tabella avente come PK una tra le PK delle tabelle originali e tutte le colonne di entrambe le tabelle; 1:N la PK della tabella padre diventa l’FK della tabella figlia; M:N si crea una nuova tabella contenente le PK delle due tabelle unite in un’unica PK composta ed eventualmente si aggiungono altri attributi.


Fasi della progettazione di un DB relazionale
Analisi del problema individuando le entità, gli attributi e le associazioni; disegno il modello E/R in cui viene scritto cosa deve essere rappresentato; passaggio da E/R a L/R in cui vinee descritto come deve essere rappresentato; creazione delle strutture fisiche sul DBMS; sviluppo delle Query, maschere, report e applicazioni che utilizzano il DB.

Vincoli sulle relazioni
Sulle tabelle di un DB relazionale vengono imposti i vincoli di integrità dell’entità, vale a dire che la chiave primaria non può contenere valori nulli perché tutti i valori devono essere univoci; i vincoli di integrità referenziale che agiscono sull’inserimento, quindi non è possibile inserire un valore sul FK dell’entità figlia se non è presente nella PK dell’entità padre, e sulla cancellazione in cui non è possibile eliminare un record sull’entità padre se prima non si eliminano tutti i record ad esso legati sull’entità figlia(altrimenti rimangono record orfani).


Hai bisogno di aiuto in Informatica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email