Genius 11139 punti

Il plurale nella lingua tedesca

La formazione del plurale nella lingua tedesca può avvenire tramite l’aggiunta di desinenze, dell’Umlaut (vale a dire dei due puntini che si possono trovare sopra le lettere “a”, “o”, “u”) o di entrambi. Altre volte, invece, la forma del plurale è uguale a quella del singolare. Sebbene esistano alcune regole per costruire il plurale, va detto che esse non sono sempre valide, perciò è buona norma imparare il plurale di ogni parola che si memorizza studiando il tedesco. Ognuno dei tre generi, infine, ha le sue regole.

Sostantivi maschili
La maggioranza dei nomi maschili terminanti in –er, -el ed –en non variano al plurale oppure aggiungono l’Umlaut. Esempi:

der Lehrer - die Lehrer

il professore - i professori

der Hafen - die Häfen
il porto - i porti

Molti sostantivi maschili che terminano con una consonante aggiungono la desinenza –e. Esempio:

der Bleistift - die Bleistifte
la matita - le matite

Altri, invece, aggiungono sia la –e sia l’Umlaut. Esempi:

der Stuhl -die Stülhe
la sedia - le sedie

der Raum - die Räume
la stanza - le stanze

der Papierkorb - die Papierkörbe
il cestino (per la carta) - i cestini (per la carta)

Sono pochi, invece, i maschili che formano il plurale prendendo l’Umlaut e la terminazione –er. Esempio:

der Mann - die Männer
l’uomo - gli uomini

Non molti nomi maschili, infine, formano il plurale aggiungendo le desinenze –n o –en. Esempio:

der Junge - die Jungen
il ragazzo - i ragazzi

Sostantivi neutri
Tutti i nomi neutri terminanti in –chen o in –lein restano invariati al plurale. Esempi:

das Mäppchen - die Mäppchen
l’astuccio - gli astucci

das Fräulein - die Fräulein
la signorina - le signorine

I neutri che terminano in –el, -er ed –en di solito non variano al plurale. Esempio:

das Fenster - die Fenster
la finestra - le finestre

das Klavier - die Klavier
il pianoforte - i pianoforti

Molti neutri monosillabici, invece, prendono la desinenza –er. Esempio:

das Kind - die Kinder

il bambino - i bambini

Tuttavia la maggior parte dei neutri monosillabici aggiunge sia la desinenza –er sia l’Umlaut. Esempio

das Rad - die Räder
la bici - le bici

Alcuni neutri terminanti in consonante, infine, forma il plurale aggiungendo la terminazione –e oppure la desinenza –e e l’Umlaut. Esempio:

das Heft - die Hefte
il quaderno - i quaderni


Sostantivi femminili
La maggior parte dei nomi femminili ha il plurale terminante in –n oppure in –en. Esempi:

die Tafel - die Tafeln
la lavagna - le lavagne

die Tür - die Türen
la porta - le porte

I femminili terminanti in –in hanno il plurale terminante in –nen. Esempio:

die Lehrerin - die Lehrerinnen
la professoressa - le professoresse

Per costruire il plurale di alcuni nomi femminili monosillabici bisogna aggiungere la desinenza –e e l’Umlaut.

die Stadt - die Städte
la città - le città

Sono solo due i sostantivi femminili che per formare il plurale prendono soltanto l’Umlaut.

die Mutter - die Mütter
la madre - le madri

die Tochter - die Töchter
la figlia - le figlie

Sostantivi di origine straniera
Molti nomi di origine straniera hanno il plurale terminante in –s. Esempi:
das Auto - die Autos
l’automobile - le automobili

das Kino - die Kinos

il cinema - i cinema

der Park - die Parks
il parco - i parchi

der Computer - die Computers
il computer - i computer

Sostantivi privi del plurale
Come in italiano non mancano sostantivi privi del plurale. In particolare si tratta di:
- nomi astratti: die Hass (l’odio)
- nomi collettivi: das Obst (la frutta)
- nomi di sostanze: die Milch (il latte)
- nomi di precipitazioni atmosferiche: der Schnee (la neve)

Hai bisogno di aiuto in Grammatica tedesca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove