Ominide 4168 punti

El preterito perfecto


Il preterito perfecto si usa per parlare di:
- azioni passate, recenti o situazioni in unità di tempo non del tutto conclusa;
- azioni passate che colui che parla percepisce come azioni abbastanza vicine;
- azioni in cui non è specificato il tempo;
- esperienze che si sono realizzate.

Il preterito perfecto può essere accompagnato dalle seguenti espressioni temporali:
- hoy
- esta mañana/semana/primavera.
..
- hace diez minutos/dos horas...
- Este fin de semana/mes/verano/otoño/invierno/año...
- estas vacaciones/semanas/Pascuas/Navidades...
- estos dias/meses/años...
- ultimamente/en los ultimos dias...
- alguna vez/una vez / algunas veces/muchas veces / dos/tres/cuatro veces...
- nunca/todavía no/ ya..

In italiano, il passato prossimo si usa anche per parlare di azioni passate finite e lontane. In spagnolo, invece, in questo caso si usa normalmente il preterito indefinido, ovvero il passato remoto, con i marcatori temporali come ayer, anteayer, la semana pasada, el año pasado, el otro día, el lunes pasado, en 2014... che esprimono un'azione passata situata in un unità di tempo finita e che colui che parla percepisce come tale.

Il preterito perfecto si forma utilizzando l'ausiliare haber e il participio pasado.

Esistono comunque alcuni irregolari nel participio, ad esempio:
- romper = roto
- escribir = escrito
- ver = visto
- resolver = resuelto
- hacer = hecho
- decir = dicho
- poner = puesto
- abrir = abierto
- morir = muerto
- volver = vuelto
- descubrir = descubierto
- proponer = propuesto

I verbi ir e ser hanno il participio passato regolare:
- ir = ido
- ser = sido
Hai bisogno di aiuto in Grammatica Spagnola?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email