Principali proposizioni latine

Proposizione finale

In italiano nella forma esplicita è espressa dal verbo al congiuntivo introdotto da affinchè, acciocchè, perchè.
In forma implicita è seguita dall'infinito preceduto da più a, con, per.
In latino si esprime con ut e il congiuntivo. Nella forma negativa con ne e congiuntivo.
la proposizione finale può essere espressa anche con:
1) Qui, Quae, Quod e il congiuntivo;
2) Ad e l'accusativo del gerundio o del gerundivo;
3) Il genitivo del gerundio o gerundivo più l'ablativo di causa o gratia;
4) Con il supino in -um quando c'è un verbo che esprime movimento;
5) Con il participio futuro o presente.

Proposizione consecutiva

Indica la conseguenza di quanto accaduto nella reggente.
In latino si forma con ut e il congiuntivo introdotta nella reggente da termini correlativi come ita,sic(così; adeo, adeo usque, eo usque(a tal punto); talis,is(tale); tam, tantopere (tanto); tot(tanti).
Non segue la regola della Consecutio Temporum.
Se sia nella frase principale che secondaria c'è un tempo storico il verbo va al passato, e l'ut può reggere il perfetto per i fatti realmente accaduti e l'imperfetto per i fatti solo pensati.

Proposizione causale
Indica la causa, la ragione di quanto espresso nella reggente. E' espresso con:
1) quod, quia e quoniam all'indicativo nelle causali obiettive e con il congiuntivo nelle causali oblique;
2) quandoquidem (dal momento che) e siquidem (se è vero che) seguite dal verbo all'indicativo;
3) cum preceduto da quippe, utpoque e praesertim.
Regge il congiuntivo e segue la Consecutio Temporum.

Proposizione infinitiva

Si costruisce con l'accusativo e l'infinito.
1)il soggetto va all'accusativo e non si sottintende;
2)il verbo va all'infinito semplice, perfetto e futuro in base se l'azione indica anteriorità, posteriorità e contemporaneità.

Proposizione temporale

La proposizione temporale indica il tempo in cui è stata svolta l'azione nella reggente.
Si può trovare preceduta:
1) cum(quando), dum(mentre), quoad(finchè), donec(fino a che), antequam e priusquam (prima che) seguiti dal congiuntivo o dall'indicativo;
2) ut, ut primum, ubi, ubi primum simul ac(non appena), statim ut(appena che), postquam(dopo che) seguiti solo dall'indicativo

Hai bisogno di aiuto in Grammatica latina?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove