Ominide 6603 punti
I Venti locali del Mediterraneo e dell'Italia

L'Italia e' interessata da numerosi venti locali. I venti che soffiano nel bacino del Mediterraneo devono il loro nome alla direzione geografica di provenienza, con riferimento all'isola di Creta; i principali sono:
Il libeccio e' un vento caldo-umido proveniente da sud-ovest che e' avvertito particolarmente sulle regioni tirreniche. Proviene a volte dall'Africa trasportando ad alta quota notevoli quantità di polveri del Sahara.
Il fohn e' un vento tiepido, anche durante la stagione invernale, associato a un'umidità relativa molto bassa, che spira prevalentemente nella Pianura Padana.
Lo scirocco e' un vento caldo e umido che colpisce prevalente le regioni del medio Adriatico e dell'Italia meridionale. A volte risale l'Adriatico fino al Lago di Garda o alla Lombardia.
La bora e' un vento che spira da nord-est; si manifesta con forte intensità nel Golfo di Trieste, dove può raggiungere i 130 km/h.
Il grecale proviene da nord-est, come la bora, e soffia a volte impetuoso sulle regioni adriatiche.
Il maestrale, vento freddo e umido proveniente da nordovest, interessa le regioni tirreniche.
La tramontana, vento freddo proveniente da nord, spira sull'Italia centro-meridionale, generando instabilità atmosferica.
Il levante e' un vento debole che spira da est nel Mediterraneo occidentale; e' un vento freddo e umido che porta nebbia e precipitazioni di forte intensità soprattutto in inverno.
Il ponente e' un vento di media intensità proveniente da ovest, generalmente fresco.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email