Ominide 15518 punti

Umbria - Generalità

l’Umbria “verde”, cosidetta per l’uniforme vegetazione, deve il suo nome alla stirpe italica degli Umbri che l’abitarono in antico. È regione vibrante di mistiche risonanze, patria di San Francesco e di Santa Chiara, e ricca altresì di suggestivi paesaggi, di gioielli d’arte e di ricordi storici. Nel Medioevo fu sotto la sovranità dei Pontefici, cui appartenne fino al 1860, quando fu annessa al Regno d’Italia. Oggi, nonostante il richiamo esercitato sui turisti dalle sue antiche città e dalle bellezze dei suoi monti e delle sue vallate, è una regione economicamente assai depressa, perché l’agricoltura è scarsamente produttiva e l’industria ha uno sviluppo ancora stentato. L’Umbria è la più piccola regione dell’Italia peninsulare e la sola che non si affacci al mare. Essa infatti è racchiusa fra la Toscana a Ovest, il Lazio a Sud e le Marche a Est e a Nord. È coperta in prevalenza da collina e montagne, a eccezione di piccoli lembi di pianura lungo le vallate dei fiumi; tra queste figurano la Valle Tiberina, le conche di Gubbio e di Terni, e l’ampia Valle Umbra, tra Perugia e Spoleto. Le montagne dell’ Umbria formano la catena principali dell’Appennino. Unbro-Marchigiano, che culmina nei Monti Sibillini (al confine con le Marche). Il solco rappresentato dall’alta Valle Tiberina, dalla Valle Umbra e dalle Conca di Terni divide, grosso modo, la zona montuosa da quella collinare. Il clima varia da zona a zona, a seconda dell’altitudine, ma è generalmente continentale-temperato. Le fonti del Clitunno. Le pittoresche fonti, sacre alle divinità pagane e celebrate fin dall’antichità, furono cantate anche dal Carducci. Terni, con le sue acciaierie, è il più importante centro siderurgico dell’Italia Centrale.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Umbria