Ominide 8039 punti

Turchia-territorio

La Turchia è una repubblica parlamentare; la capitale è Ankara. La Turchia confina a nord-est con la Georgia, a est con l'Armenia e l'Iran, a sud -est con l'Iraq e la Siria, a nord-est con la Grecia e la Bulgaria. E' bagnata a nord dal Mar Nero, a sud e a ovest dal Mar Mediterraneo.
Il Mare di Marmara, ai cui estremi si aprono gli Stretti dei Dardanelli e del Bosforo, separa la Turchia asiatica, costituita in gran parte dalla Penisola dell'Anatolia, da quella europea, che occupa il settore orientale della Tracia e confina con la Tracia e la Bulgaria. Due imponenti catene montuose orlano l'altopiano anatolico: i Monti del Ponto a nord e i Monti del Tauro a sud, che nella sezione centrale sfiorano i 3800 metri di quota. Solo in corrispondenza dei golfi di Adalia e Iskenderun si sono create delle pianure costiere, grazie all'azione dei vari fiumi che vi sfociano.
Nel settore orientale i Monti del Ponto si ricollegano alla catena del Tauro formando l'acrocoro armeno, che raggiunge la massima elevazione nel Monte Ararat. La regione è tettonicamente instabile, con frequenti e intensi fenomeni sismici. Montuosa è anche la sezione sud-orientale del Paese, corrispondente alla regione del Kurdistan.

A nord, le coste sul Mar Nero si presentano compatte, uniformi, lineari e alte per l'incombenza delle catene montuose. La costs occidentale che si affaccia sul Mar Egeo è in prevalenza alta, frastagliata e rocciosa, fronteggiata da numerose isole che appartengono alla Grecia. Infine, la linea di costa meridionale è meno articolata e si apre sugli ampi golfi di Adalia e di Iskenderun.
La scarsità delle precipitazioni e la morfologia del territorio impediscono lo sviluppo di fiumi di un certo rilievo, per portata e lunghezza, In Turchia nascono il Tigri e l'Eufrate,che sfociano nel Golfo Persico. Il più importante fiume completamente turco è il Kizilirmak, che sfocia nel Mar Nero. Nel Paese si trovano numerosi bacini lacustri, per lo più salati. Il più vasto è il Lago di Van, seguito da quello di Tuz e di Keban.
Il clima è temperato, con inverni piuttosto freschi ed estati non troppo calde nell'area pontica, che si affaccia sul Mar Nero. In tutto l'altopiano anatolico il clima assume caratteri continentali. Lungo le coste meridionali e occidentali prevale il clima di tipo mediterraneo, con estati calde e inverni miti. Le diverse fasce climatiche influiscono sulla vegetazione spontanea. Nell'area del Mar Nero cresce una vegetazione caratterizzata da boschi di latifoglie. Nella regione interna dell'altopiano anatolico prevale la steppa arida. Lungo le coste mediterranee, infine, il manto vegetale è costituito dalla macchia mediterranea.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità