Ominide 2387 punti

Grazie ai dati sismici si individuata la struttura interna della Terra: i sismogrammi ne forniscono una “radiografia” mediante l’arrivo di onde che l’hanno attraversata. Le onde sismiche portano varie informazioni sui terreni che attraversano. La velocità di propagazione delle onde sismiche dipende dalle caratteristiche e la densità del materiale.
onde P (di compressione) onde S (di taglio)
nel granito: Vp = 5,5 km/s
nell’acqua: Vp = 1,5 km/s
nel granito: Vs = 3 km/s
nell’acqua: Vs = 0


In un mezzo omogeneo sono rettilinee, si propagano verso l’interno della terra con linee curve: poiché le onde attraversano mezzi con caratteristiche meccaniche diverse e vengono rifratte (cambiano direzione) K = coefficiente che indica la resistenza di un materiale alla compressione
µ = coefficiente che indica la resistenza di un materiale al taglio
δ = densità del materiale

Perdono velocità nell’attraversare il nucleo Non possono penetrare nel nucleo (parte esterna: fluida)
Si è individuata una zona d’ombra (11000-16000) all’interno della quale non arrivano le onde P, ciò ha rivelato che all’interno della Terra c’è un nucleo di materiale diverso dal resto che fa deviare le onde. Grazie all’analisi delle traiettorie delle onde che vengono rifratte si sono individuate varie superfici o discontinuità (poiché due materiali vicini sono fisicamente molto diversi e influenzano la propagazione delle onde elastiche che passando da un materiale all’alto subiscono un cambiamento di velocità e traiettoria) che dividono i vari strati:
- superficie (o discontinuità) di Gutenberg (2900 km profondità del nucleo) che divide il nucleo dal mantello.
- superficie (o discontinuità) di Lehmann (5170 km) che divide il nucleo interno da quello esterno.
- superficie (o discontinuità) di Moho che divide il mantello dalla crosta
gli studi sismici ci forniscono un modello del pianeta formato da 3 involucri di materiali diversi che fanno propagare le onde in modi differenti. Inoltre si è mostrato che le onde a 50-70 km di profondità rallentano e si velocizzano con la profondità:
- Astenosfera (materiale parzialmente fuso): è la parte del mantello che presenta un comportamento più plastico (attitudine a subire deformazioni permanenti).
- Litosfera (involucro rigido): comprende la crosta e una parte del mantello

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email