Genius 20106 punti

La Svezia: orografia e idrografia


Dal punto di vista orografico, la Svezia presenta due zone ben distinte: due montuose, le più estese, e due pianeggianti. Le zone montuose sono la Norlàndia che occupa la parte ovest et nord della Svezia e segue il confine con la Norvegia ed è occupata dalle Alpi Scandinave e la Gotia, un gruppo collinoso, situato a sud. Le due zone pianeggianti sono la regione dei laghi (nella parte meridionale della Svezia, e la Scania, una piccola penisola che si protende nel Mar Baltico formata nel corso dei secoli dai detriti depositati nel mare. Pertanto, per la maggior parte, il territorio svedese è montuoso. Tuttavia, le catene, incise da ampie e profonde vallate, non raggiungono altitudini molto elevate; infatti, la cima più alta, il Kebnekajse, supera di poco i 2.000 metri. Tutte le montagne svedesi sono ricoperte da rigogliose foreste che forniscono una grande quantità di legname, che costituisce la principale ricchezza del paese.
La Svezia è chiamata anche il “Paese dei laghi” è non è senza motivo, dato che, complessivamente la superficie lacustre occupa circa l’ 8% del territorio. I laghi di origine alpina sono numerosi: essi, generalmente, hanno una forma allungata e si trovano, soprattutto, nelle ampie vallate delle Alpi Scandinave. Il più vasto è il lago Vänern che è il terzo d’Europa per estensione dopo i due laghi russi il Ladoga e l’Onega. Seguono, per estensione, il lago Vättern e il Mälaren che bagna le isolette su cui sorge Stoccolma. Tutto il territorio svedese è solcato da Nord a Sud da un gran numero di corsi d’acqua, che hanno la caratteristica di correre paralleli fra di loro. Essi nascono tutti dalle Alpi Scandinave, dopo aver attraversato uno o più laghi, si gettano nel Golfo della Botnia o nel Mar Baltico. La brevità del loro percorso è compensata da una ricca e costanza portata d’acqua. Il più lungo (720 chilometri).
La costa, scavate in rocce molto antiche è incisa per tutta la sua lunghezza da numerose insenature che prendono il nome di “fjards”. Esse assomigliano ai fiordi norvegesi, ma, solito, sono meno profonde e meno tortuose. Inoltre a differenza dei fiordi, che si inoltrano fra le pareti rocciose di alte montagna, i fjards incidono quasi ovunque delle coste piuttosto basse e piatte.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email