Ominide 13147 punti

Nel secolo scorso lo chiamavano Far West, "lontano ovest". Oggi sono gli Stati Uniti nord occidentali, con oltre cinquanta milioni di abitanti e due città, San Francisco e Los Angeles, tra le più grandi del mondo. Gli Stati che li comprendono sono: "Washington, Montana, Idaho, Wyoming, Nevada, Utah, Oregon, Nebraska, North Dakota, California, Kansas, South Dakota e Colorado". Ma un tempo era solo "la frontiera" la regione misteriosa dove nessuno si era mai stabilito prima, tranne le tribù degli Indiani. I pioneri partivano con lunghe file di carri per raggiungere gli immensi e inesplorati territori bagnati dall'Oceano Pacifico. Dopo aver attraversato gli oceani d'erba delle Grandi Pianure Centrali, valicavano le Black Hills, le Colline Nere e le Montagne Rocciose, per addentrarsi nei magnifici altopiani, tagliati dai Canyon (canaloni rocciosi scavati dai fiumi). Gli antichi pionieri giungevano infine alle montagne costiere, la Catena delle Cascate e la Sierra Nevada, ultimi ostacoli prima di affacciarsi al Pacifico. Qui si trovano regoni dal clima dolcissimo e dalla ricca vegetazione, come la California, definita la cornucopia del mondo, terra di health and wealth, "salute e prosperità". Il cima umido e piovoso di questa parte del paese, bagnato nella zona costiera dall'Oceano Pacifico, favorisce la crescita delle immense foreste, molte delle quali protette in appositi parchi, chiamati National Forests. Sono i verdissimi regni delle sequoie giganti, degli abeti Douglas, preziosi serbatoi di ottimo legname, dei Port Oxford Cedars, conifere che invece delle pigne recano sui rami foglie simili a quelle del cedro. Più a sud, però, il paesaggio cambia: in California c'è la Valle della Morte, una screpolata distesa dove la temperatura tocca i 57°C!

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email