Ominide 11266 punti

Siria – l’aspetto fisico e economico


L’aspetto fisico: La Siria confina a est e sud-est con l’Iraq, a sud-ovest con il Libano e Istraele, a sud con la Giordania, a Ovest con il Mar Mediterraneo e, infine, a nord con la Turchia. A ridosso della fascia costiera, nella parte occidentale del Paese, si innalzano le catene montuose degli Alaniti e dell’Antilibano. A oriente il territorio è formato da un altopiano stepposo e desolato che scende gradatamente verso la valle dell’Eufrate, il principale fiume siriano, che raccolglie le acque di numerosi uàdi. Altri importanti corsi d’acqua sono l’Oronte e il Giordano. Fra i bacini lacustri meritano di essere menzionati il Lago di Homs, quello di Tiberiade e di Tabka. Le coste sono basse e abbastanza uniformi. Il clima, mediterraneo lungo la costa, diventa sub-tropicale e desertico nell’interno ed è quindi caratterizzato da precipitazioni assai scarse e da violente escursioni termiche giornaliere.
L’aspetto economico: il suolo coltivabile corrisponde al 30% della superficie nazionale ed è posto in corrispondenza della fascia costiera e delle valli dei fiumi. Benché siano state compiute imponenti opere di bonifica idraulica, la siccità delle zone desertiche incide negativamente sullo svillo agricolo siriano che rimane ancorato a sistemi di coltivazione tradizionali. In Siria si coltivano cereali, legumi, patata, ortaggi e frutta, soprattutto agrumi. Fra le piante industriali prevalgono il tabacco, la barbabietola da zucchero, il sesamo, le arachidi e di cotone. Tra le colture legnose spiccano l’ulivo e la vite. L’allevamento ovino e caprino è consistente. Le risorse del sottosuolo sono buone soprattutto per la presenza di giacimenti di petrolio e gas naturale.
Il tessuto industriale è scarsamente sviluppato. Accanto all’industria estrattiva dei fosfati e del petrolio, che alimenta le raffinerie e il settore petrolchimico, altri settori rilevanti sono quello tessile, alimentare e della concia delle pelli.
L’uomo e l’ambiente: La Siria ha acquisito l’indipendenza dai Francesi nel 1946 divenendo una Repubblica presidenziale. Il Presidente esercita il potere esecutivo attraverso il Governo. il potere legislativo è affidato invece al Consiglio del Popolo. La popolazione si concentra sulla costa e lungo la valle dell’Eufrate ed è costituita in grande maggioranza da Arabi, ma vi sono anche Curdi, Armeni, Beduini e numerosi profughi Palestinesi (circa 200.000). lingua ufficiale del Paese è l’arabo; la religione più largamente diffusa è quella musulmana.
Damasco: (1.326.000). Capitale della Nazione è Damasco, situata sul fiume Barada al centro dell’oasi di El Ghuta. Città di antica origine, conserva bei monumenti che ancora testimoniano lo speldore del suo passato. Oltre alle attività politiche e amministrative, sono sviluppate anche le attività commerciali e industriali. La città si è resa famosa fin dall’antichità anche per l’artigianato tessile.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017