Ominide 8039 punti

Serbia e Montenegro-popoli e culture

Popolazioni slave si insediarono su questo territorio a partire dal III secolo d.C. Invasa dai turchi nel XIV secolo, la regione raggiunse l'indipendenza alla fine dell'Ottocento; nel 1918 la Serbia costituì con i Paesi confinanti il Regno di Iugoslavia, che nel 1945 si trasformò in repubblica federale di Iugoslavia.
All'inizio degli anni Novanta la disgregazione della federazione ha fatto esplodere gravi contrasti. La Serbia ha cercato di impedire la separazione della Bosnia ed Erzegovina e si è arresa solo di fronte all'intervento delle forze dell'ONU e della NATO. Nel 1998, poi, è intervenuta militarmente nella regione del Kosovo, abitata da una maggioranza albanese che aspira ad ottenere l'autonomia dalla Serbia. Le atrocità compiute contro la popolazione hanno provocato nel marzo del 1999 l'intervento dell'ONU e della NATO; la Serbia venne costretta a ritirare le truppe e a concedere al Kosovo una maggiore autonomia.

La Federazione si è sciolta il 4 febbraio 2003 a seguito della nascita della confederazione di Serbia e Montenegro; entrambe le repubbliche hanno la possibilità di uscire dalla Confederazione entro tre anni, attraverso un referendum. Le Repubbliche di Serbia e Montenegro hanno ognuna una propria costituzione, un parlamento e un governo con poteri esclusivi su tutte le materie tranne la difesa e la politica estera, riservate al governo federale.
Il conflitto con la Bosnia ed Erzegovina e con la Croazia prima, e quello interno in Kosovo poi, con il conseguente flusso di profughi, hanno notevolmente cambiato la configurazione etnica del Paese e la stessa natalità e decresciuta fortemente. Oggi la questione principale è la ricostruzione di un quadro culturale e di un modello di vita ragionevoli, al di fuori dei nazionalismi che hanno insanguinato la regione.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email