Ominide 2487 punti

La Russia

Il territorio e i climi La Russia è il più vasto Paese del mondo: il suo territorio è diviso fra Europa e Asia. La zona europea è costituita in prevalenza dal Bassopiano Sarmatico, ai cui margini si alzano il Caucaso, a sud, e gli Urali a Est. La parte asiatica è costituita dalla Siberia, che comprende un vasto bassopiano, a ovest, caratterizzato da immense paludi, un altopiano al centro ed elevate catene montuose a est. Grandi fiumi sono presenti sia nella zona europea, soprattutto il Volga, maggior fiume del continente. Il clima prevalente è quello continentale freddo, con un'elevata escursione termica stagionale; è temperato solo lungo le coste del Mar Nero e del Mar Caspio. A nord del 60° parallelo il clima è subpolare, con un rigido inverno lungo otto-nove mesi e un breve periodo di disgelo; in profondità il suolo resta sempre gelato.

La popolazione, le citta e l'economia


La popolazione russa è composta da più di cento diverse etnie: la principale è quella slava, che costituisce circa l'80% del totale. La religione predominante fra i russi è quella cristiano-ortodossa; i musulmani sono numerosi tra i popoli che vivono nella regione del Caucaso. La popolazione presenta un forte decremento, con il drastico calo della natalità unito a un aumento della mortalità infantile e a una diminuzione della speranza di vita. 3/4 degli abitanti vivono nella parte europea, dove vi sono un centinaio di grandi città. La principale è Mosca, seguita da San Pietroburgo.
La Russia possiede ricchissime risorse naturali che alimentano un notevole apparato industriale, afflitto però da enorme inefficienza e bassa produttività; anche l'agricoltura ha gli stessi problemi.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità