Ominide 8039 punti

Risorse ed economia della Cina

La Cina negli ultimi anni è cresciuta molto economicamente, soprattutto nella produzione industriale anche se circa metà della popolazione lavora nel settore agricolo.
Con la nascita della Repubblica in Cina venne fatta una riforma agraria che espropriò i terreni dai grandi proprietari terrieri e li distribuì si contadini in modo che tutti avessero un pezzo di terra sufficiente ai propri bisogni. Il terreno coltivabile è il 15% della superficie totale del Paese. Siccome è poco lo spazio vengono praticate le colture intensive.
Nella Cina centrale che è ricca di acque il prodotto principale è il riso; il frumento cresce nelle zone con un clima asciutto e fresco. Si allevano ovini e caprini. Altre importanti produzioni sono il tè, la soia, la canna da zucchero e il cotone di cui è il primo produttore al mondo.

La scienza e la tecnica in Cina hanno una tradizione antichissima perchè proprio qui vennero inventate la polvere da sparo, la carta, la stampa a caratteri mobili, la bussola, l'orologio meccanico e il sismografo. Il Paese è ricca di risorse minerarie come il carbone, il petrolio, il gas naturale, il ferro, il rame, lo stagno e l'uranio. Nelle regioni costiere sono sorte numerose concentrazioni di impianti. Le produzioni industriali vanno dall'industria pesante (siderurgica) a quelle automobilistiche fino a quelle moderne (elettronica) ma anche l'industria nucleare.
La Cina è uno dei maggiori produttori mondiali di armi. Celebre anche l'industria tessile, quella della porcellana e quella dell'artigianato di buona qualità a basso costo.
La Cina ha un pessimo sistema di trasporti nonostante negli ultimi anni abbia migliorato la rete delle vie di comunicazione . Il turismo è in forte crescita e le mete preferite dai turisti sono Pechino, i siti archeologici e la Grande Muraglia.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email