Genius 17243 punti

Puglia: le città

La regione comporta tre capoluoghi di provincia: Bari, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto. A queste si aggiunge un’ulteriore provincia di creazione relativamente recente: Barletta-Andria-Trani, unico caso di provincia italiana con tre capoluoghi.
Il nome di Bari, capoluogo di regione, è legato alla Fiera del Levante che vuole essere il punto di incontro degli interessi industriali di tutti i paesi del Mediterraneo Orientale. La città costituisce così, dal punto di vista economico, un ponte fra l’Europa e il Levante, un’aspirazione che gli abitanti hanno sempre avuto fin dall’ XI secolo d.C. quando alcuni marinai baresi si recarono a Mira, in Turchia per trafugare la salma di San Nicola, divenuto poi il protettore della città Fu appunto intorno alla Basilica di San Nicola, un raro gioiello di architettura romanica, che si raggrupparono le abitazioni della città vecchia; soltanto nel 1815, Gioacchino Murat dette l’avvio alla costruzione della città nuova ed anche oggi il contrasto urbanistico fra le due parti è molto evidente: da un lato l’ ammasso caotico di case separate da viuzze strette e tortuose del vecchio nucleo e dall’altro un tracciato regolare di strade ampie e parallele. Nei tempi attuali Bari ha conosciuto e sta conoscendo una fase di grande sviluppo edilizio che ha portato alla realizzazione di quartieri nuovi. Sul porto di bari non solo gravita l’attività economica di tutta la Puglia, ma anche quella della vicina Basilicata.
Le caratteristiche di Bari si ritrovano anche in Brindisi, al centro del Salento: parte vecchia con il duomo e gli altri monumenti ed espansione della città nuova verso ovest. Il porto di Brindisi è il più profondo e sicuro di tutta la costa adriatica e per questo è stato anche utilizzato come porto militare, fatto che ha nuociuto, a volte, alla città che nel corso della storia, per questo motivo si è vista contesa, assediata, saccheggiata e bombardata
Invece, il nucleo medioevale di Foggia è molto ristretto perché il terremoto del 1731 distrusse quasi totalmente la città antica, per cui la città ha un aspetto moderno Situata al centro del Tavoliere delle Puglie, è un importante centro commerciale agricolo e sede della Fiera Internazionale dell'Agricoltura e della Zootecnia che prova che il settore economico trainante della provincia resta l’agricoltura: un tempo, Foggia era considerata un vero e proprio granaio della Puglia.
Lecce è famosa le facciate barocche dei suoi numerosi palazzi e delle sue chiese: le decorazioni sono molto ricche e fantasiose; le sculture sono eseguite utilizzando una pietra calcarea del luogo, così tenera da poter essere lavorata addirittura con la pialla, lo scalpellino e l’accetta; col tempo tale pietra si indurisce ed assume un caldo colore dorato. A Lecce si ha quindi un particolare scenario architettonico che giustifica la definizione “Firenze del sud” o “Firenze del Rococò”. Il salotto buono della città è costituito dalla Piazza S. Oronzo, in parte occupata da una grande arena romana, capace di ospitare 25.000 spettatori. Dal punto di vista economico, la città costituisce un notevole centro agricolo-commerciale (olio, vino, tabacco, frutta secca) ma anche industriale.
Taranto si compone di tre parti: a nord, la zona del porto commerciale, al centro, su di un’isola, la città vecchia e a sud i quartieri moderni . I tre nuclei urbani sono collegati fra di loro da ponti, di cui uno girevole e dividono il vasto bacino interno, chiamato Mar Piccolo, dal mare aperto. Alle sue importanti funzioni di porto militare, Taranto affianca diverse attività tra cui la pesca, varie industrie alimentari e l’industria siderurgica con il grande complesso dell’ ILVA. Nella città vecchia, presenta un interesse artistico il duomo di stile romanico
La provincia di Barletta-Andria-Trani è stata costituita nel 2004, sottraendo sette comuni a Bari e tre a Foggia. Barletta sorge sulla foce del fiume Ofanto. La sua economia si basa sulla produzione di mandorle, cereali,olio e vino e sulla conseguente industria alimentare. Andria sorge sulle pendici orientali delle Murge. La vita economica ha gli stessi caratteri di quella di Barletta. Lsa città fu molto fiorente sotto la dominazione normanna e fu lsa residenza preferita di Federico II di Svevia che nel 1240 vi fece costruire il Castel del Monte, un pregevole esempio di architettura civile dell’epoca. Trani dista solo circa 40 chilometri da Bari; è un porto commerciale e di pesca. Numerose sono anche le industrie alimentari, del legno e della carta
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Correlati Puglia
Registrati via email