Ominide 11266 punti

Polonia – L’uomo e l’ambiente


Popolazione, lingua e religione: Gli abitanti sono distribuiti abbastanza uniformemente sulla superficie nazionale; le aree industrializzate risultano tuttavia maggiormente popolate. La popolazione è per la maggior parte costituita da Polacchi, ma sono presenti anche minoranze etniche ucraine, bielorusse, tedesche ed ebraiche. Lingua ufficiale della Nazione è il polacco. La stragrande maggioranza della popolazione professa la religione cattolica che ha radici assai profonde nel Paese.
Varsavia: Capitale dello Stato dal 1596, conta oltre 1.650.000 abitanti ed è situata sulle rive della Vistola, nel cuore del Paese. Gravemente danneggiata nel corso della seconda guerra mondiale, conserva pochi monumenti del suo passato; negli anni Cinquanta sono stati riconosciuti secondo la loro struttura originaria il castello, la cattedrale, numerose chiese e palazzi.
Cracovia: (751.300). L’antica capitale, sorge sulle rive della Vistola nella parte meridionale della Nazione ed è un vivace centro industriale che ha sviluppato soprattutto l’industria siderurgica.
Czestochowa: (258.700). Situata nel cuore della Piccola Polonia, è un centro industriale assai sviluppato, ma è apprezzata dai Polacchi soprattutto come centro di culto mariano. Ospita infatti un famoso santuario dedicato alla Madonna Nera, meta di un annuale pellegrinaggio da parte di molti fedeli polacchi e stranieri.
Danzica: (466.500) e Stettino (414.300). Sorgono sul Baltico e sono sede di industrie siderurgiche, meccaniche, di cantieri navali e di porti molto attivi.
Katowice: (366.900). Sorge nella regione della Slesia ed è il centro di una grande conurbazione mineraria e industriale.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017