Sapiens 7299 punti

La popolazione invecchia


Quanto abbiamo osservato ci rende consapevoli che, nelle città, sono sorti problemi ambientali nuovi, assenti in passato, mentre vecchi problemi sono diventati più complicati e urgenti.


Oggi si incontrano per le strade meno ragazzi e più anziani di un tempo
perché, negli ultimi decenni, in Italia nascono meno bambini e le persone vivono più a lungo.
Questa diversa condizione tra presente e passato è propria anche di altri paesi europei, ma in Italia la diminuzione delle nascite è stata più rapida che altrove e, soprattutto, ha raggiunto proporzioni inaspettate.
Di conseguenza, le città devono adattare la loro organizzazione per soddisfare le esigenze di un numero crescente di anziani. Gli ospedali devono ampliare i reparti per le malattie tipiche della terza età, l’assistenza agli anziani rimasti soli deve diffondersi. Anche l’assistenza alle persone non autosufficienti e ai portatori di handicap è un problema delle moderne città. Gli amministratori, oltre che a pensare a preparare personale in grado di prestare i necessari servizi, devono provvedere all’abbattimento, delle barriere architettoniche, che impediscono gli spostamenti, e alla creazione di appositi strumenti idonei a migliorare le condizioni di vita di questi cittadini.

Mentre ai primi del Novecento la vita media in Italia era per gli uomini di 41,6 anni e per le donne di 43, oggi è notevolmente aumentata ed è 74,4 anni per gli uomini e 80,8 anni per le donne.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017