Ominide 1125 punti

Organizzazioni internazionali e turismo

Esistono numerose organizzazioni internazionali che si occupano di vari settori della vita pubblica, da quello politico a quello economico e sociale. Nell’ambito del turismo, queste istituzioni nascono per uno scopo ben preciso, cioè per mettere il confronto e la cooperazione tra i cittadini, imprese, associazioni e Governi appartenenti a nazioni diverse.
Le organizzazioni internazionali del turismo hanno una lunga storia e le prime create appartenevano al settore dei trasporti e delle comunicazioni; generalmente sorgono fra le due guerre mondiali, ma si sviluppano specialmente dopo la seconda guerra. Oggi la principale organizzazione che si occupa di turismo a livello internazionale è l’Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT), nata nel 1975 e diventata dal 2003 parte integrante del sistema di agenzie speciali che costituiscono il sistema dell’ONU, assumendo il nome di UNWTO.
Le organizzazioni turistiche internazionali si classificano fra istituzioni governative e non governative.

Le organizzazioni tra governi
Queste organizzazioni sono l’esito di trattati internazionali tra Governi, che fissano gli organi, le funzioni e le competenze delle istituzioni. Generalmente possiedono una propria personalità giuridica e particolari privilegi legali.
Le organizzazioni governative generali, speciali e regionali
Le organizzazioni governative si distinguono in generali, speciali e regionali.
Le generali si occupano di tutte le relazioni che intercorrono tra gli Stati e fra di esse ricade anche il turismo (ad esempio l’ONU); quelle speciali, invece, nascono da accordi che hanno un contenuto specifico di collaborazione, di cooperazione (ad esempio l’UNWTO). Infine, quelle regionali hanno come limitazione un riferimento territoriale, ovvero raggruppano tutte le nazioni che operano in territori ben definiti (ad esempio l’UE).
Le organizzazioni non governative
Le ONG sono create da individui, imprese e associazioni, e il loro statuto nasce da un accordo volontario, non hanno fini di lucro, non godono di privilegi di legge e sono quindi soggette alle disposizioni vigenti nei Paesi in cui si trovano.
Si tratta di associazioni per lo più specializzate nella difesa dei diritti umani (Amnesty International), nel settore umanitario (Croce Rossa) e nella protezione dell’ambiente (WWF).
In ambito turistico, si tratta di associazioni che guardano al settore in tutte le sue manifestazioni o a una specifica manifestazione, oppure che hanno a che fare con i turismi regionali o con competenze settoriali relative all’organizzazione delle imprese e industrie turistiche (IATA).
Le organizzazioni ONLUS
Sono delle istituzioni a metà strada tra le amministrazioni pubbliche e le imprese private; forniscono beni e servizi pubblici sotto il vincolo di non poter distribuire i profitti che rimangono a disposizione dell’organizzazione e non possono essere distribuiti tra i soci.
Nel loro insieme sono definite il terzo settore, poiché la loro funzione è alternativa rispetto al settore privato e pubblico.
L’ONU
Dopo i tragici avvenimenti della seconda guerra mondiale gli uomini si posero seriamente il problema di creare qualche organizzazione che fosse in grado di mantenere la pace nel mondo.
Nacque così il 24 ottobre 1945 l’ONU, un’organizzazione di carattere universale con lo scopo di mantenere la pace e la sicurezza nel mondo.
L’ONU può contare oggi sull’adesione di tutti gli Stati del mondo ad eccezione di Città del Vaticano e di Taiwan, fra i fondatori ma estromesso nel 1971 per far posto alla Repubblica Popolare Cinese.
La sua sede si trova a NY e vi aderiscono gli Stati che hanno accettato di adempiere agli obblighi stabiliti dalla Carta delle Nazioni Unite.
I principi fondamentali cui deve sempre ispirarsi l’attività dell’ONU sono:
• la difesa della dignità e del valore della persona umana;
• l’uguaglianza dei diritti degli uomini, delle donne delle nazioni grandi e piccole;
• il mantenimento del rispetto dei trattati e del diritto internazionale;
• l’impegno a promuovere il progresso sociale mediante la creazione di appositi organi capaci di stimolare lo sviluppo morale e materiale dei popoli.
Da questi principi sono derivati precisi obbiettivi, quali la salvaguardia della pace e della sicurezza mondiale, nonché l’istituzione tra le nazioni di una cooperazione economica, sociale e culturale.
Come funziona l’ONU
La sua struttura si articola in sei organismi principali: * l’Assemblea Generale; * il Consiglio di Sicurezza; * il Consiglio Economico e Sociale; * il Consiglio di Amministrazione Fiduciaria; * la Corte Internazionale di Giustizia; * il Segretariato Generale.
I finanziamenti necessari al funzionamento del sistema ONU provengono dagli Stati membri.
Le agenzie dell’ONU
Le principali sono:
• UNESCO  l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura ha sede a Parigi e si occupa della salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale e naturale del mondo, oltre che del settore dell’educazione;
• Banca Mondiale  è un organismo internazionale dell’ONU, istituito il 27 dicembre 1945, insieme con il Fondo Monetario Internazionale, a seguito dell’entrata in vigore della conferenza di Bretton Woods, il cui scopo originario era quello di finanziare la ricostruzione e lo sviluppo nei Paesi coinvolti nella Seconda Guerra Mondiale. Successivamente lo scopo è stato allargato al finanziamento dei Paesi in via di sviluppo tra gli Stati membri. Attualmente l’attività della Banca Mondiale sono focalizzate sul finanziamento dei Paesi in via di sviluppo in campi quali l’educazione, l’agricoltura e l’industria.
L’UNWTO
La più importante organizzazione a livello mondiale, volta alla diffusione e promozione del turismo è l’UNWTO, che ha sede a Madrid ed è stata creata nel 1975 con l’obbiettivo di:
• sviluppare il turismo;
• stabilire e mantenere rapporti di cooperazione tra i Paesi;
• stimolare e sviluppare collaborazione tra i settori pubblici e privati, con particolare attenzione agli interessi dei Paesi in via di sviluppo;
• perseguire un’azione sempre più incisiva di promozione del turismo, con lo scopo di contribuire all’espansione economica, alle relazioni internazionali, alla pace, alla lotta alla povertà, al rispetto universale e all’osservanza dei diritti umani e delle libertà fondamentali.
Particolare attenzione è rivolta all’individuazione di nuove destinazioni turistiche al fine di assicurare una distribuzione equilibrata dei flussi turistici e di favorire una crescita economica e sociale dei Paesi in via di sviluppo.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email