Video appunto: Movimento ghiacciai
Un ghiacciaio sembra un'immensa massa compatta, stabile e immutabile. In realtà tutti i ghiacciai si muovono regolarmente sotto l'azione della forza di gravità. Nella maggior parte dei casi però, il moto appare lento e inavvertibile a un osservatore che non effettui controlli sistematici. Il lento movimento del ghiacciaio è provocato dal suo stesso peso.
Lo strato alla base del ghiacciaio, in prossimità del suolo, è parzialmente fuso. Gli strati di ghiaccio sovrastanti esercitano una forte pressione, che favorisce il passaggio dell'acqua allo stato liquido. Il cuscinetto di acqua e ghiaccio presente alla base del ghiacciaio agisce da lubrificante e consente lo sposta-mento del ghiacciaio per scivolamento. Nei ghiacciai di un certo spessore il movimento non avviene come quello di un blocco rigido che scivola sulla roccia di base. Gli strati di base, pur scivolando, sono più lenti, perché risentono dell'attrito con la roccia.

La velocità dello spostamento dipende dalla pendenza della superficie su cui poggia il ghiacciaio e dalla presenza di irregolarità o contropendenze nelle rocce di fondo. I valori di velocità sono molto bassi nelle parti centrali dei ghiacciai continentali, mentre sono maggiori nei ghiacciai montani, dell'ordine di decine o centinaia di metri all'anno.
Oggi tuttavia sono preenti sempre meno ghiacciai, a causa di fenomeni come il riscaldamento globale