Ominide 11269 punti

Molise – l’aspetto fisico


Posizione: Il Molise è una piccola regione posta sul versante Adriatico dell’Italia centro-meridionale. Confina a Ovest con il Lazio, a Nord con l’Abruzzo, a Sud e Sud-est rispettivamente con la Campania e la Puglia. È bagnata dalle acque del Mare Adriatico a Nord-est.
Morfologia: È sufficiente un colpo d’occhio alla carta fisica della regione, per rendersi conto che il territorio molisano è quasi totalmente privo di aree pianeggianti. L’interno è occupato da rilievi montuosi di natura calcarea che si estendono sul 55% del territorio. Possiamo individuare a Nord i Monti della Meta e, più a Sud, lungo i confini con la Campania, la catena dei Monti del Matese che culmina con il Monte Miletto (m.2050), la vetta più elevata della regione. Il retroterra costiero è costituito da una stretta fascia pianeggiante che cede presto il posto alle colline argillose e facilmente erodibili dell’Appennino sannita. Le coste sono basse e sabbiose, la loro uniformità è rotta soltanto dal piccolo porto naturale di Termoli.
Idrografia: I fiumi molisani hanno carattere torrentizio. Il corso d’acqua più importante è il Biferno, che scorre tra ampie valli con un andamento tortuoso prima di buttarsi nell’Adriatico. Un altro importante fiume è il Volturno, che nasce in territorio molisano e passa poi in Campania dove sfocia nel Tirreno.
Clima: Il clima si differenzia secondo le fasce altimetriche e la distanza dal mare. Sull’Adriatico è mediterraneo; nelle zone più interne le escursioni termiche sono sensibili e gli inverni rigidi.
Flora e fauna: L’ambiente naturale offre panorami vari e suggestivi ed è generalmente ben conservato, soprattutto nelle zone protette del Parco Nazionale d’Abruzzo e nelle riserve di Collemelluccio e di Monte di Mezzo in provincia di Isernia.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove