Video appunto: Luminosità acqua e dune
La luminosità dell'acqua dipende dalla capacità della luce di propagarsi in essa e dalla presenza di materiale in sospensione. La parte dello spettro elettromagnetico corrispondente all'infrarosso assorbita velocemente nel passaggio attraverso l'acqua ed è virtualmente assente a profondità superiori a 1 metro.
Anche se l'acqua è limpida, la luce penetra soltanto nella zona superficiale e alla profondità di 100 metri quasi tutta la luce visibile è assorbita. In certe zone dei mari tropicali, tuttavia, l'acqua è così limpida che lo 0,01% delle radiazioni giunge come luce visibile fino alla profondità di 200 metri. La parte superficiale del mare, i primi 100 o 200 m in cui la luce riesce a penetrare, è chiamata zona fotica. La catena alimentare dell'ecosistema marino ha come primo anello il plancton, costituito da alghe fotosintetiche che possono vivere solo 1n presenza di luce. La maggior parte della fauna marina si concentra nella zona fotica.

Le dune si trovano in grandi raggruppamenti che formano i cosiddetti campi di dune. L'altezza media delle dune è intorno a 10 m. anche se alcune possono superare i 100 m di altezza. Le dune possono essere suddivise in due grandi categorie: attive e inattive o stabilizzate. Le dune attive si trovano nelle regioni desertiche e lungo le coste; variano continuamente posizione e forma secondo la direzione dei venti può anche essere di origine antropica. Le dune stabilizzate hanno forma e posizione fissa a causa della copertura vegetale.