Video appunto: Insediamento sparso e accentrato

Insediamento sparso e accentrato



Per quanto riguarda gli insediamenti, la popolazione rurale vive generalmente in case sparse tra i campi (insediamento sparso ) oppure in villaggi, anche di grosse dimensioni (insediamento accentrato). La scelta del tipo di insediamento dipende da fattori storici, ambientali e produttivi.
L’insediamento sparso è sorto in aree ricche di terreni favorevoli alle attività agricole e di fonti idriche. È il tipo di insediamento preferito dai coltivatori e dagli allevatori proprietari dei terreni agricoli, che amano vivere in abitazioni isolate e distribuite nella campagna. L’insediamento accentrato, invece, è sorto generalmente nelle aree con pochi terreni fertili e laddove c’era la necessità di utilizzare al meglio le scarse e concentrate risorse idriche. In passato, vivere insieme in un villaggio consentiva agli abitanti di risparmiare spazio e di difendersi più efficacemente dai nemici esterni.

Inoltre, l’insediamento accentrato è tipico delle aree popolate da contadini senza terreni di proprietà, che si radunavano nei villaggi spesso distanti dai campi di lavoro. Gli insediamenti isolati nella campagna toscana sono esempi di insediamento sparso, mentre il villaggio tra le colline marchigiane è un esempio di insediamento accentrato. La conformazione accentrata degli insediamenti è il frutto dell’evoluzione e, in particolare, del trasferimento consistente della vita dalle zone di campagna a quelle urbane.