Arianna di Arianna
Habilis 1926 punti

GERMANIA

La Germania confina con la Danimarca, Polonia, Repubblica Ceca, Austria, Svizzera, Francia, Belgio, Lussemburgo e Paesi Bassi; è bagnata dal Mar Baltico e dal Mare del Nord.
Al suo interno si distinguono tre grandi regioni naturali: il Bassopiano Germanico a nord, costituito da una vasta pianura di origine glaciale e ora occupata da stagni e brughiere.
Antichi rilievi poco elevati nel centro del Paese, alternati a numerosi bacini e valli.
L'altopiano Svevo-Bavarese a sud si collega con le Prealpi Bavaresi, o Alpi Tedesche, che confinano con l'Austria.
Le coste relativamente poco estese, in relazione all'estensione del Paese, sono piatte e molto articolate, orlate da dune e isole; le più importanti sono le Isole Frisone Orientali.
Dal 1990, grazie all'unificazione con la ex Repubblica Democratica Tedesca, la Germania è diventata un'unica realtà politica.

Il problema è la disoccupazione che rimane su livelli elevati.
L'apparato industriale tedesco copre tutti i settori produttivi, ma i più importanti sono il chimico-farmaceutico e il siderurgico.
Il settore terziario vanta, a Francoforte, il principale centro finanziario; nella città hanno sede la Banca Centrale Europea e una delle Borse più importanti del continente.
La produzione agricola (avena, segale, patate, frumento)ha rese elevate mentre l'allevamento bovino e suino rappresenta circa il 70%.
Il patrimonio ambientale è tutelato da circa settanta grandi parchi naturali e da più di 1800 zone protette.
La costa baltica ha un paesaggio vario e offre molte attrazioni per il turismo, anche se quello balneare è minimo.
L'Isola di Sylt, sulla costa del Mare del Nord, grazie alle sue spiagge, è diventata un centro turistico importante per il mercato interno, nonostante il clima sia abbastanza umido e fresco anche duranti i mesi estivi.
Alcuni altipiani della Germania Centrale attirano turisti dalle grandi aree industriali vicine: il Saureland, la Selva di Teutoburgo, il Massiccio isolato dello Harz e i rilievi della Turingia.
Navigando sul Reno, fiume più importante d'Europa per l'economia, tra Magonza e Coblenza, in uno stretto corridoio panoramico tra due rive scoscese, si erge la rupe di Loreley, alta 132 metri, la quale domina il fiume in un punto pericoloso.
Più a sud, la Selva Nera e la Selva Bavarese attraggono turisti tedeschi e stranieri.
La Selva Nera è caratterizzata da profonde valli, boschi, pascoli, e si trovano le sorgenti del Reno, con le cascate di Sciaffusa e del Danubio.
Nella Selva Bavarese si trova il Parco Nazionale della Selva Bavarese, dal paesaggio boscoso e ad un'altitudine tra i 700 e i 1400 metri, con sentieri pedonali e prati attrezzati.
A sud, le Alpi Bavaresi, lembo tedesco della catena alpina, ospitano rinomate località sciistiche.
Un tempo i simboli della Berlino divisa dal Muro erano due: a Berlino Ovest il Kurfurstendamn - la Piazza - un lungo viale alberato su cui affaccia un'interminabile sequenza di vetrine, ristoranti, cinema...
A Berlino Est l'Alexanderplatz, conosciuta per l'orologio che segna le ore di tutto il mondo.
Oggi, il simbolo della città riunificata è la Porta di Brandeburgo, eretta nel 1791 per celebrare la potenza dell'Impero Prussiano.
A Potsdamer Platz, nel cuore di Berlino, è stato costruito un quartiere cittadino completamente nuovo, progettato da architetti famosi.
In prossimità del celebre viale Unter Den Linden si trova l'Isola dei Musei, entrata già da qualche decennio nell'elenco dell'Unesco.
In memoria dello sterminio degli ebrei, voluto dai nazisti nella II guerra mondiale, è stata riaperta la Neve Synagoge, luogo di culto della comunità ebraica.
Francoforte è la metà principale del turismo d'affari per la presenza di manifestazioni fieristiche durante tutto l'anno; è anche presente la Borsa più importante d'Europa. Francoforte è anche una città molto antica; poiché il centro storico era stato distrutto dai bombardamenti della II guerra mondiale, i monumenti più noti furono ricostruiti sovrapponendo gli stessi stili sui vecchi.
Tra le altre città pesantemente danneggiate dalle distruzioni belliche ricordiamo: Dresda, Norimberga, Düsseldorf, Duisburg, Lipsia, Aquisgrana, Treviri, Wurzburg, alcune furono ricostruite quasi com'erano, altre furono restaurate.
Di grande richiamo turistico è Heidelberg, sul fiume Neckar.
Heidelberg fu celebre per l'università e diventò poi la culla del Romanticismo tedesco.
In Baviera, regione ricca di storia, si snoda la famosa Strada Romantica, che ripercorre l'antico tracciato della Via Claudia, importante asse commerciale e militare dell'Impero Romano.
Qui i Fugger, nota famiglia di banchieri, utilizzarono la loro ricchezza per rendere grandi e belle le città da loro controllate: Rothenburg, cittadina medievale, Pfaffenwinkel - l'angolo dei preti - caratterizzata da importanti monasteri e Wurzburg con la maestosa residenza dei vescovi.
Nella regione si trovano i fiabeschi castelli fatti costruire in stile tardogotico dal Re Luigi II di Baviera.
La ricettività è ovunque e ad alto livello, soprattutto quella alberghiera poiché i turisti tedeschi ne prediligono questo tipo.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email