Ominide 5668 punti

Genova

Genova è stata definita anche “ città di mare” grazie al suo porto che mette in comunicazione le vie terrestri con le vie marittime. Genova sorge nella parte più interna dell’ampio golfo omonimo, in posizione favorevole per le comunicazioni con l’entroterra. Alle sue spalle, infatti, l’Appennino ligure si apre in na serie di valichi che facilitano l’accesso alla Pianura Padana. Da qui la grande importanza acquistata e conservata nei secoli dalla città, che raggiunse il suo massimo splendore in epoca comunale. Città di origini antichissime, si arricchì con i commerci al tempo delle Repubbliche Marinare. Ancora oggi Genova deve il suo benessere al fatto di avere alle spalle regioni ricche e attive, che utilizzano il suo porto per rifornirsi di materie prime e per i propri commerci. Tra la fine degli anni Settanta e la metà degli anni Ottanta il porto attraversò una fase difficile. Male organizzato e insufficientemente attrezzato, vide diminuire i suoi traffici; dalla metà degli anni Ottanta è stata avviata la sua riorganizzazione. Gli impianti portuali si estendono oggi dal vecchio porto, in centro, fino alla periferia occidentale, dove è stato creato un porto specializzato per il traffico di container. Lungo questo tratto di costa sorgono impianti industriali, cantieri navali, un centro siderurgico e l’aeroporto. La pianta della città è lineare, le strade principali seguono la costa. Alcuni quartieri prospicenti il porto conservano ancora le caratteristiche dell’antica città marinara, con le viuzze strette , le scalinate e i caratteristici carugi.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email