Ominide 4456 punti

Le fasce climatiche

In base alla latitudine e all'intensità dell’irraggiamento solare è possibile suddividere il pianeta in cinque grandi fasce climatiche parallele dall'Equatore verso i poli. Nella fascia compresa fra i due tropici troviamo il clima caldo, mentre spostandoci verso nord o verso sud seguono i climi temperati e poi quelli polari. Il quadro climatico della Terra inoltre si fa più complesso se consideriamo il fattore dell’altitudine, perché sui rilievi montuosi della fascia temperata il clima sarà simile a quello delle regioni polari. Un altro elemento utile a riequilibrare le differenze tra le zone più calde e quelle più fredde della Terra è la circolazione delle masse d’aria. Lo spostamento dell’aria dipende dalla pressione atmosferica: sulle regioni più riscaldate dal Sole la pressione è bassa perché l’aria calda è meno densa, più leggera e tende a salire; sulle regioni meno riscaldate la pressione è alta perché l’aria è più fredda, più pesante e tende invece a scendere. Le disparità di pressione nell'atmosfera generano grandi “fiumi” d’aria che si spostano in verticale, perché l’aria calda tende a salire e il suo posto viene preso dall'aria fredda. Questi moti verticali vengono poi deviati dalla rotazione terrestre che sposta l’aria calda e umida dalle zone a bassa pressione, verso quelle ad alta pressione.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email