Ominide 11266 punti

Estonia – L’uomo e l’ambiente


Popolazione, lingua e religione: L’Estonia è un paese scarsamente popolato, la densità media è, infatti, di 34 ab./Kmq, circa 2/6 di quella italiana. La popolazione è formata per il 61% da Estoni, per il 30% circa da Russi e, per il restante 10% da minoranze ucraine, bielorusse, finniche, tartare, tedesche ed ebraiche. Lingua ufficiale della nazione è l’estone; viene largamente parlata anche la lingua russa. La maggioranza della popolazione professa la religione luterana; vi sono, tuttavia, anche minoranze cattoliche ed ebraiche.
Storia e ordinamento politico: Durante il periodo medievale l’Estonia fu dominata dai Danesi, quindi appartenne, insieme con la Lettonia alla Livonia. A partire dalla fine del Medioevo il paese fu sottomesso dagli Svedesi. Nel 1700 entrò nei domini russi, fino al 1918, anno in cui ottenne l’indipendenza. Poco dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale fu annessa dall’URSS. Nel 1990 proclamò unilateralmente la propria indipendenza che venne ufficialmente riconosciuta dall’URSS nel Settembre del 1991.
Tallinn: (484.000). Capitale della nazione, sorge su un’insenatura del Golfo di Finlandia. Venne fondata all’inizio del 1200 dai Danesi. I monumenti più importanti della città sono il Duomo e il palazzo del Comune risalenti al periodo medievale e il palazzo Kadriorg del 1700. le attività economiche si basano sull’industria tessile, meccanica, alimentare e cantieristica navale.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017