Ominide 1576 punti

Il territorio dell’Emilia Romagna


L'Emilia Romagna è una regione situata nell'Italia nord-orientale e ha una superficie di circa 22.123 km².

La regione è delimitata dai confini naturali:
- a est è bagnata dal mar Adriatico;
- a nord è bagnata dal corso del Po;
- a sud c'è l'Appennino Tosco Emiliano.

L’Emilia Romagna è occupata per il 25,1% da rilievi montuosi, per il 27,1% da rilievi collinari per il 47,8% da zone pianeggianti.

La zona montuosa è occupata dell'Appennino tosco-emiliano. Le montagne hanno forma tondeggiante poiché sono costituite da materiali argillosi inoltre, a causa di agenti esogeni, sono più erose rispetto ad altri, gli esempi principali di rilievi montuosi erosi sono i calanchi, ovvero solchi profondi e stretti creati dallo spostamento di masse di terra e le salse, ovvero solchi conici pieni di acqua salata. Poiché la regione è attraversata dall' Appennino tosco-emiliano, che fa parte della catena montuosa degli Appennini, ovvero un insieme di montagne formatesi a causa dell' orogenesi Alpina-Himalayana, questa ha un alto rischio sismico.

Le colline presenti nella regione sono state create dall'erosione delle zone precedentemente montuose che poi si sono erosi. La zona collinare si trova ai piedi dell'Appennino tosco-emiliano.

La maggior parte del territorio è occupata dalla Pianura Padana. La Pianura Padana è una pianura alluvionale, che è stata formata dai depositi alluvionali trasportati dal fiume Po con i suoi affluenti e dai fiumi che percorrono l'Appennino. Questa si estende nella parte settentrionale della regione partendo da ovest e terminando ad est, dove si affaccia sul Mar Adriatico, che ha coste basse e sabbiose.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email