Habilis 4620 punti

Climi mesotermici,microtermici e nivali


I climi mesotermici (temperati) sono tipici delle medie latitudini e caratterizzati dalla presenza di quattro stagioni, con temperature invernali non eccessivamente rigide (medie tra 2 °C e 15 °C).
I tipi climatici si differenziano per la distribuzione annua delle precipitazioni:
e clima sinico (foresta subtropicale), maggiore abbondanza di precipitazioni in estate;
• clima mediterraneo (macchia mediterranea), maggiore abbondanza di precipitazioni in inverno;
• clima temperato fresco (foresta di lotifoglie decidue e conifere), piovosità annua costante.

I climi microtermici sono tipici delle regioni centrali e settentrionali dei continenti situati alle medie latitudini, I tipi climatici sono:
• clima temperato freddo a estate calda (foresta a latifoglie decidue e steppa-prateria);
• clima temperato freddo a inverno prolungato (foresta di aghifoglie). Differiscono essenzialmente per la durata della stagione invernale che si allunga salendo di latitudine (inverni lunghi e rigidi, temperature medie inferiori a 2 °C). Le precipitazioni sono modeste, maggiori in estate e inferiori a 1000 mm annui.

I climi nivali sono tipici delle regioni oltre i circoli polari e delle zone di alta montagna. Le temperature superano raramente gli O °C; sono assenti vere e proprie stagioni. Le precipitazioni sono inferiori a 300 mm annui. I tipi climatici appartenenti a questa classe:
• clima seminivale (tundra);
• clima del gelo perenne (muschi e licheni).
Si differenziano fondamentalmente per il fatto che, spingendosi verso i poli, il terreno è permanentemente ricoperto dai ghiacci o comunque gelato (permafrost).

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email