Ominide 943 punti

La classificazione dei climi di Koppen

A climi tropicali
B climi torridi
C climi temperati caldi
D climi temperati freddi
E climi polari, nivali

Koppen classifica i climi in base alla temperatura, le precipitazioni e il tipo di vegetazione in cinque classi che a loro volta si suddividono in tipi climatici. Il clima presente in una determinata regione permette lo sviluppo di una particolare comunità di vegetali e animali. La foresta pluviale, la savana, la tundra sono esempi di biomi.

Bioma: area geografica caratterizzata da un determinato clima e da una specifica associazione di pianto e animali.

Clima: Insiemi di condizioni metereologiche che si verificano in una località rilevata per periodi di tempo prolungati. ( Analisi statistiche di una località rilevante per almeno 30 anni.).
Ogni clima è caratterizzato da elementi e fattori climatici. Gli elementi sono rappresentati da : temperatura, pressione e umidità. I fattori climatici sono la latitudine, l'altitudine, la distribuzione di terre e mari, le catene montuose e la copertura vegetale.

I CLIMI DELL'ITALIA

1 CLIMA DELLA REGIONE ALPINA: appartiene alla fascia E di Koppen, si tratta di un clima di alta montagna che presenta condizioni di temperatura e piovosità simili a quelle delle regioni polari. Le Alpi raggiungono mediamente i 4000 metri di altitudine. Gli inverni sono freddi e nevosi, mentre le estati sono fresche.
2 CLIMA DELLA REGIONE PADANA: appartiene alla classe C e al tipo definito temperato fresco. La presenza dell'arco alpino impedisce l'afflusso di correnti fredde provenienti dal nord Europa. Le escursioni termiche sono considerevoli, perché gli inverni sono piuttosto freddi e le estati calde e afose con scarse precipitazioni.
3 CLIMA DELLA REGIONE APPENNINICA: appartiene alla classe C e al tipo temperato fresco fatta eccezione per le zone dove si trovano le montagne più alte come il gran Sasso, la Maiella in Abruzzo e la Sila in Calabria. Le temperature lungo gli Appennini variano con il variare della latitudine e ci sono differenze significative tra le zone appenniniche settentrionali e quelle meridionali. Le precipitazioni spesso a carattere nervoso sono abbondanti in autunno e inverno e molto scarse durante l'estate.
4 CLIMI DELLA COSTA ADRIATICA, LIGURE – TERRINICA, CALBRO-INSULARE:
appartengono alla classe C e al tipo mediterraneo, perché risentono dell'influsso mitigatore del mare che circonda la penisola. Le estati sono calde e secche mentre gli inverni sono particolarmente miti e piovosi. Sulle coste dell'adriatico possiamo avere precipitazioni nevose e inverni freddi a causa delle cime poco alte delle Alpi orientali (bora su Trieste).

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email