daddy8 di daddy8
Ominide 1072 punti

Caratteristiche dei venti


Per vento si intende una massa d'aria, il cui movimento è orizzontale rispetto alla Terra e parte da una zona con pressione alta verso un'altra con pressione più bassa. Non a caso le principali cause provocanti i venti sono proprio quelle differenze tra zone con differenti pressioni atmosferiche. Naturalmente più sarà alta la pressione, maggiore sarà la sua pesantezza. Le masse d'aria, (con alta densità e pressione) presenti in una zona con pressione molto alta, tendono a spostarsi verso le zone periferiche, partendo dal centro; diversamente su un'area la cui pressione è bassa, l'aria presente al centro è meno pesante rispetto a quella periferica. A determinare la generazione di un vento è la forza di gradiente, avente un rapporto di diretta proporzionalità al gradiente di tipo barico, ossia il legame tra il divario per ciò che concerne distanza e pressione di due punti sulla Terra.

Il vento ha diverse caratteristiche: la velocità, che viene espressa in chilometri orari (
[math]Km/h[/math]
), oppure in nodi. Viene misurata mediante l'anemometro ed il sistema di riferimento è la scala Beaufort. A determinare la velocità di un vento è il suo gradiente barico: più questo è alto, più veloce sarà la massa d'aria in movimento. Anche la direzione, riferita a quella di partenza è una caratteristica del vento, e viene espressa in gradi b]sessagesimali. Esistono diversi tipi di venti, dipendentemente dalle loro caratteristiche e variazioni che incontrano lungo il loro cammino. Per esempio esistono i venti variabili, i quali soffiano in modo irregolare sulle zone temperate ogni qualvolta si creino zone cicloniche o anticicloniche (tra questi rientrano per esempio la bora e lo scirocco). Ci sono anche quei venti che soffiano per l'intero anno, senza mai cambiare la loro direzione e il loro senso (per esempio gli alisei, o i venti extratropicali.
Altri venti sono quelli ciclonici, di assoluta pericolosità, poiché assumono un movimento simile a quello di un vortice e solitamente vengono denominati in base alle loro zone d'influenza (sono molto presenti negli Stati Uniti). Infine si ricordano i venti periodici, dipendentemente dal periodo in cui ribaltano il senso verso il quale soffiano (tra questi vi sono le brezze e i monsoni). E' importante ricordare anche che la forza di Coriolis fa sì che i venti subiscano una deviazione durante il loro tragitto, il quale sarà verso est nell'Emisfero boreale e verso ovest nell'Emisfero australe.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email