Video appunto: Alsazia – gastronomia

Alsazia – gastronomia



La qualità dei prodotti della terra, l'uso di grasso d'oca e di maiale e del lardo conferiscono un gusto cremoso ai piatti alsaziani che vengono fatti bollire lentamente.
I piatti alsaziani più famosi sono i crauti e il baeckoffe.

Crauti



In passato era il modo di conservare un piatto di verdure che lo ione consumava durante l'inverno.

Il suo nome ricorda il cavolo: infatti la base è costituita da cavolo bianco, finemente tagliato che lo ione ha fatto macerare nel vino bianco. Il nome deriva dall'alsaziano sürkrut, dove sür significa "acido" e krut è un'erba commestibile come il cavolo, molto diffusa e popolare in Europa centrale. La sua fermentazione del sale deriva dalla Germania e risale al Medioevo. Il vantaggio è che può essere cucinato con molte altre cose che lo rendono un pasto completo con cui si può bere birra o vino. Il più delle volte viene preparato con salumi, pancetta salata, fette di prosciutto affumicato, salsicce, ma anche braciole di maiale accompagnate da patate bollite. A volte vengono aggiunti pezzi di pernice, gamberi e tartufi. Il più famoso è il crauto di Strasburgo, preparato con il Riesling, un vino bianco della regione.

Baeckoffe



È una pentola il cui nome significa letteralmente "forno del panettiere", cioè il luogo dove le donne, che lo avevano preparato il giorno prima, andavano a portarlo il lunedì mattina. Questo ha dato loro il tempo di fare il bucato nel lavatoio mentre il processo di cottura durava diverse ore. È un misto di carni diverse: manzo, maiale, agnello o coscia d'oca che marinano insieme per 24 ore in un vino bianco secco (silvaner o riesling), accompagnato da cipolla, aglio e un garni bouquet. Il giorno dopo, i pezzi vengono messi in una casseruola di terracotta, tra due strati di patate e cipolle tagliate a fette. Vengono inumidite con la marinata e poi chiuse con un coperchio sigillato con una colombina di pasta di farina e acqua. Il tempo di cottura è di 2 ore e mezza.
Come dessert non dobbiamo dimenticare il kougelhopf che è la tradizionale brioche alsaziana con uvetta e mandorle che accompagna soprattutto la colazione per uno spuntino, come il pan di zenzero al miele, la cui tradizione è ancora più antica. Il pan di zenzero è condito con cannella, zenzero, anice e noce moscata.