Ominide 13147 punti

L'Africa misteriosa e splendida delle foreste e delle praterie, dove l'aria è lacerata dai ruggito del leone, dal barrito degli elefanti, dove il suolo trema al passaggio delle mandrie di gnu al galoppo. L'Africa dei parchi nazionali, dove ci si imbarca su mongolfiere che sorvolano zone di vegetazione dove tutto pare rimasto al tempo del Paradiso terrestre. L'Africa delle spiagge di sabbia candida e delle rocce granitiche che s'immergono nel blu dell'Oceano Indiano; il paesaggio dominato dall'incredibile cono della montagna più alta, il Kilimangiaro, che fa risaltare i suoi ghiacciai e la sua neve perenne sullo sfondo verdissimo della vegetazione equatoriale dell'altopiano: tutto questo è l'Africa centro-orientale, mosaico di popoli che conservano, in gran parte, tradizioni, lingue e culture e passato.
Lo scenario più tipico di questa parte del mondo è la savana: immensa distesa erbosa che cresce lussuregiante alle prime piogge, ma diminuisce notevolmente durante la stagione secca per scomparire formando un mare giallastro di erba, punteggiato da rari alberi, come il baobab, la palma, l'acacia. È il regno degli elefanti e delle giraffe, delle zebre e dei possenti felini che attaccano le gazzelle e le antilopi, lasciando alle iene i resti del loro pasto. Verso l'interno si estende la foresta pluviale, costituita da alberi alti fino a 60-70 m, estesa dalla Repubblica del Congo fino alla Tanzania e al Kenya.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email