Habilis 4494 punti

Le acque sotterranee e i corsi d'acqua


Le acque sotterranee e superficiali, leggermente acide grazie alla presenza in soluzione di biossido di carbonio, sono in grado di dissolvere il carbonato di calcio (carsismo), dando origine nelle regioni ricche di rocce calcaree a un particolare tipo di paesaggio, caratterizzato dall’assenza di una rete idrografica superficiale e da tipiche forme di modellamento:
• superficiale, doline, uvala, inghiottitoi, polje, campi carreggiati;
• profondo, grotte, al cui interno si ritrovano concrezioni calcaree di varia natura, tra cui stalattiti e stalagmiti.
I corsi d’acqua superficiali originano dalle acque di precipitazione; una volta al suolo, infatti, queste iniziano a scorrere in una fitta rete di piccoli solchi (ruscellamento), che verso valle confluiscono in solchi via via più grandi fino a formare veri e propri corsi d’acqua.
Ciascun corso d’acqua è caratterizzato dai seguenti parametri:
• lunghezza (dipende dalla morfologia e dalla conformazione geologica del territorio),
• pendenza (rapporto esistente tra il dislivello percorso dal corso d'acqua e la sua lunghezza),
• portata (liquida e solida),
• regime (torrentizio o fluviale),
• velocità.
I corsi d’acqua, attraverso i processi di erosione, trasporto e sedimentazione, costituiscono il più importante fattore di modellamento della superficie terrestre.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email