Ominide 5668 punti

Le risorse naturali e umane

La natura che ci circonda costituisce un insieme di risorse. L’aria che si respira, l’acqua con i suoi mille usi, il suolo in cui viviamo e produciamo, il Sole con la sua energia, i boschi e le foreste dai quali si ricavano frutta, corteccia d’albero, legname da costruzione, gli animali , il mare dal quale è possibile ricavare diverse risorse ed ecc. L’esistenza di queste risorse permette la vita di tutti gli esseri viventi e lo sviluppo dei vari Stati. Le risorse si possono distinguere in naturali e umane, le prime si ricavano dall’ambiente e , in base alla loro disponibilità, a loro volta, posso essere classificabili e in rinnovabili o non rinnovabili, a seconda del tempo impiegato dai cicli naturali per riformarle. Che l’uomo si ponga al centro di qualsiasi organizzazione produttiva, fino ad assumere un’importanza insostituibile, è dimostrato dal fatto che le risorse naturali, offerte dal territorio o dal mare, hanno valore solo nella prima fase del processo di sviluppo e richiedono, nel contempo, un’applicazione complementare del lavoro umano ( caccia, pesca, raccolta). Nella seconda fase invece devono necessariamente intervenire gli strumenti approntati dall’uomo nel tempo, quali strade, ferrovie, aeroporti, porti, opere idrauliche, oltre a quello che costituisce il punto di partenza di ogni tipo di trasformazione economica delle risorse: quello finanziario, sotto forma di capitali che, a loro volta, vengono investiti per ampliare o perfezionare il bagaglio tecnologico.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email