Ominide 914 punti

Gli Stati uniti d’America

Territorio

Gli Stati Uniti d’ America confinano a nord con il Canada e a sud con il Messico, a est con l’ Oceano Atlantico e a ovest con l’ Oceano Pacifico. Fanno parte degli USA l’ Alaska e le Hawaii. Il paese è formato da due sistemi montuosi esterni. I rilievi orientali sono costituiti dai monti Appalachi, mentre, a occidente si innalzano le Montane Rocciose, le Catene Costiere e il Gran Bacino. Questo altopiano ospita il grande Lago Salato. Il bassopiano centrale, che raccoglie le acque provenienti dalle Montagne Rocciose e dagli Appalachi, è percorso dal fiume Mississippi e dai suoi affluenti come il Missouri e l’ Ohio. Nel golfo del Messico sfocia il Rio Grande. Nel Pacifico sfociano il Columbia e il Colorado, mentre nell’ Atlantico si getta il San Lorenzo. Il nord-est è ricoperto da un gran numero di bacini lacustri, fra i quali ci sono i cinque Grandi Laghi: Superiore, Michigan, Huron, Eire e Ontario.

Clima

A parte la regione settentrionale dell’Alaska, dominata da un clima molto freddo, gli Stati Uniti presentano condizioni climatiche in prevalenza temperate.

• La fascia atlantica presenta inverni molto freddi ed estati molto calde. A sud, dove si sentono gli effetti della Corrente del Golfo, gli inverni sono miti e soleggiati.
• Nelle pianure interne il clima è soleggiato.
• Nelle regioni occidentali il clima è continentale, con inverni molto freddi. Altro aspetto caratteristico di questa regione è l’ aridità, quindi le estati sono molto calde. Sulle coste affacciate sul Pacifico il clima diventa mediterraneo.

Economia

Gli Stati Uniti sono la più grande potenza economica del pianeta. Il sistema economico può contare su tre fattori fondamentali:
• Gli enormi spazi,
• La ricchezza di risorse naturali,
• La bassa densità demografica.

L’ agricoltura presenta caratteristiche tali da fare del paese una delle massime potenze agricole. Gli USA sono i primi esportatori mondiali di molti prodotti agricoli. Si pratica l’ agro-business cioè il processo produttivo che, partendo dai campi, passa attraverso l’ industria alimentare, per terminare nelle catene di distribuzione e nella ristorazione collettiva. Il sottosuolo è ricco di risorse come: oro, argento, ferro, rame, carbone, piombo, alluminio. Gli Stati Uniti sono il terzo estrattore mondiale di petrolio ma le loro riserve si stanno esaurendo e ciò spiega perché sono stati potenziati lo sfruttamento dell’ energia idroelettrica e di quella nucleare. Elettronica, informatica, telematica, aereonautica e molti altri sono i campi in cui paese eccelle. Questi comparti sono poco legati alle materie prime, si stanno invece abbandonando i settori industriali che richiedono troppa manodopera e quelli inquinanti. Così, le multinazionali mantengono in patria i centri decisionali insediando le loro fabbriche nei paesi in via di sviluppo. Tuttavia, la maggiore ricchezza del sistema economico proviene dal terziario grazie ad un fiorente commercio con l’estero e alle attività bancarie e finanziarie. Gli Stati Uniti detengono il primato in settori della ricerca scientifica ed economica. Inoltre, sia le grandi città, sia i parchi nazionali, sia le bellezze naturali richiamano ogni anno milioni di turisti.

[hlPopolazione [/h3]

La popolazione è distribuita in modo irregolare sul territorio. La maggior parte vive nelle pianure centrali e sulle coste. La quasi totalità degli abitanti discende dai colonizzatori e dagli immigrati. La popolazione nord americana è costituita da una maggioranza bianca, da un consistente numero di neri e da nuovi immigrati.

Organizzazione politica

Gli USA sono una repubblica federale presidenziale (= il presidente viene eletto ogni 4 anni dai cittadini e detiene il potere esecutivo) composta da cinquanta stati più un distretto federale, in cui sorge la capitale Washington. Il potere legislativo spetta al Congresso, formato dalla Camera dei rappresentanti e dal Senato.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email