Ominide 2487 punti
Il volto irregolare del pianeta
La superficie terrestre per un terzo è formata dalle terre emerse dei continenti e per due terzi dagli oceani.
Le masse continentali sono concentrate nell'emisfero settentrionale, mentre in quello meridionale prevalgono nettamente le superfici oceaniche.
Se osserviamo un planisfero fisico notiamo che la superficie dei continenti si presenta irregolare per la grande diffusione dei rilievi: catene montuose molto elevate, ancora in fase di formazione e quindi ricche di vulcani, vasti altopiani, massicci e sistemi collinari di più antica formazione, grandi pianure percorse dai maggiori fiumi della Terra. Complessivamente colline, montagne e altopiani occupano il 67% della superficie terrestre, mentre le pianure formano il restante 37%; l'altitudine media di tutti i continenti è di 875 metri sul livello del mare. Anche la superficie terrestre che forma i fondali oceanici si presenta molto irregolare e accidentata, con lunghe catene montuose sottomarine chiamate dorsali, che percorrono, con ampie piattaforme continentali poco profonde e con bacini che si inabissano nelle fosse oceaniche fino a 11.000 metri sotto il livello del mare.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email