Ominide 2005 punti

Economia del Lazio


Il Lazio è la seconda regione italiana per popolazione, con più di 5.800.000 abitanti, e in termini di Prodotto Interno Lordo, dopo la Lombardia. Quasi l’11% delle imprese italiane ha sede in Lazio, di cui la maggior parte nella capitale. Se fino alla seconda metà del secolo scorso l’agricoltura, in particolare su grandi latifondi, era di notevole importanza, negli ultimi anni è andata via via diminuendo, anche se rimane rilevante la coltivazione di olivi per la produzione dell’olio.
La transumanza è ancora presente, il Lazio è la terza regione per l’allevamento di ovini.

Sul territorio è radicata la presenza industriale, sia piccole e medie imprese, sia grandi gruppi, in particolare nell’industria automobilistica e meccanica. Degna di nota è anche la produzione di energia elettrica e l’industria chimico farmaceutiche. Più del 75% del Pil regionale è frutto del terziario, soprattutto a causa della presenza delle Amministrazioni centrali dello Stato nella capitale, che generano un importante indotto. La presenza di resti romani ha da sempre favorito lo sviluppo del settore turistico, in particolare quello culturale anche se degno di nota è anche quello crocieristico (porto di Civitavecchia) e balneare. Le infrastrutture sono sviluppate, l’aeroporto di Roma è fra i più trafficati d’Europa.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email