Eliminato 75 punti

Argentina


Superficie: 2.780.403 km^2
Popolazione: 38.592.150 ab.
Densità: 14 ab. /km^2
Capitale: Buenos Aires
Lingua: Spagnolo
Religione: Cattolica
Ordinamento politico: Repubblica federale

I confini


L’Argentina confina a ovest con il Cile, a nord con la Bolivia e il Paraguay, a nord-est con il Brasile e l’Uruguay. E’ bagnata a est dall’Oceano Atlantico.

Il territorio


L’Argentina è situata all’estremo sud del continente sudamericano. Il territorio si può dividere in tre grandi regioni morfologiche:
-nella parte occidentale si innalza la Cordigliera delle Ande, che raggiunge con l’Aconcagua (6959 m) la vetta più alta;
-le vaste pianure del Gran Chaco a nord, della Mesopotamia argentina a est, e la Pampa, un vasto bassopiano fertile, al centro;
-nella parte meridionale si trova la Patagonia, un altopiano stepposo ricco di laghi e ghiacciai. Il ghiacciaio maggiore è il Perito Moreno. All’estremo sud lo Stretto di Magellano separa il continente dall’arcipelago della Terra del Fuoco.

Il clima


Data la sua forma allungata, l’Argentina presenta una notevole varietà di climi: si passa infatti da quelli caldi tropicali del nord, a quelli temperati della zona centrale, per arrivare infine a quelli freddi e nevosi dell’estremo sud o delle alte vette andine.

La popolazione e le città

La popolazione argentina conta circa 38.600.000 abitanti, il 90% dei quali risiede in città. La densità media è bassa, dal momento che vaste zone sono praticamente disabitate.
La politica migratoria della fine dell’Ottocento ha prodotto una particolare composizione etnica; la popolazione è formata prevalentemente da persone di origine spagnola e italiana. I pochi gruppi di amerindi rimasti si concentrano nel nord.
Le città principali sono la capitale Buenos Aires, Cordoba e Rosario, che superano 1.000.000 di abitanti.

L’economia


L’economia argentina è stata segnata nel 2001 da una grave crisi economica; dà comunque segni di ripresa e alcuni settori produttivi si stanno riattivando.
Nel settore primario l’agricoltura è caratterizzata da grandi aziende che possiedono terreni e bestiame. Le colture principali sono quelle dei cereali, della frutta, dei girasoli e della soia. È praticato l’allevamento bovino, ovino e caprino nelle pianure. Sono abbondanti le risorse minerarie (piombo, argento e oro) ed energetiche (petrolio e gas naturale). L’industria produce essenzialmente per il mercato interno e le industrie sono situate nel nord del Paese. Sono rilevanti il settore metallurgico, tessile ed alimentare.
Nel terziario le vie di comunicazione sono abbastanza sviluppate, soprattutto quelle fluviali. Il turismo rimane uno dei settori principali.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email