L'Arabia Saudita



Il paese che ha più petrolio è l’Arabia Saudita, infatti è il maggior produttore ed esportatore al mondo di petrolio. Grazie al petrolio (chiamato anche oro nero) l’Arabia è una potenza finanziaria.
L’Arabia Saudita è per la maggior parte desertica: a nord c’è il deserto Nafud e a sud quello del Rub’al Khali. Solo la zona del Golfo Persico è pianeggiante.

Il clima è caldo sia d’estate che d’inverno con altissime temperature e poche piogge.
Il sottosuolo è ricco di falde acquifere da cui sorgono le oasi come quella in cui sorge la capitale Riyadh con 7 milioni di abitanti. Poi c’è anche Gidda, importante porto del Mar Rosso e le città sante per i musulmani: La Mecca e Medina.
Nonostante l’aridità del suolo vengono coltivati frumento, orzo, verdure e datteri, di cui l’Arabia è il maggior esportatore al mondo.
Il regno nasce nel 1932 tramite un accordo con la Gran Bretagna. Già nel 1930 si erano scoperti pozzi petroliferi che sono poi passati alla Saudi Aramco (compagnia petrolifera della famiglia reale) nel 1980.
Anche se nel paese c’è molto benessere il popolo è privato di diritti principali come il voto, inoltre non c’è un parlamento, i partiti sono illegali e il sovrano detiene tutti e tre i poteri. Infine, per via de regime assoluto, le donne non hanno nessun diritto.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email