Erectus 1122 punti

Gli ambienti temperati

All’interno della zona temperata si trovano le regioni mediterranee, cioè quelle in cui il mare si insinua fra le terre. Il loro clima è temperato caldo, con una lunga estate asciutta, l’inverno abbastanza piovoso ma mite e le stagioni intermedie mutevoli. Le piante più diffuse negli ambienti mediterranei sono quelle coltivate: l’olivo,la vite,gli agrumi,i mandorli,alcuni cereali. Nelle aree non utilizzate a fini agricoli è ancora possibile trovare una vegetazione spontanea sempreverde di tipo forestale se vi sono alberi ad alto fusto(come il pino marittimo,la quercia da sughero,il leccio, ecc…). Se invece prevalgono alberi di piccole dimensioni e arbusti aromatici sempreverdi (mirto,rosmarino,lentisco,ecc…) siamo in presenza della macchia mediterranea, tipica dlle coste bagnate dal Mar Mediterraneo.
Una vegetazione simile si trova anche in California(America settentrionale), in Cile (America meridionale), in Sudafrica e nell’Australia sud-occidentale.

La prateria è distante dai mari, le precipitazioni sono comprese fra i 250 e i 750 millimetri annui e le escursioni termiche annue sono forti. Qui la vegetazione è costituita da piante erbacee basse e talvolta da latifoglie di ridotte dimensioni. Le praterie si estendono dall’Europa orientale fino alla Mongolia(Asia), nell’America settentrionale, in Argentina,dove prendono il nome di pampa, e nella parte sud-orientale dell’Australia. L’allevamento di bovini, ovini e cavalli è l’attività tipica delle praterie, in parecchie pianure erbose,invece, sono state introdotte delle colture agricole,come cereali(grano,mais,orzo),patate,barbabietole da zucchero,girasoli.
Nelle regioni costiere dei continenti, comprese fra i 45 e i 60 gradi di latitudine, il clima è di tipo oceanico, con inverni non troppo freddi, estati fresche e precipitazioni comprese fra i 1.000 e i 1.500 millimetri l’anno,distribuite nelle quattro stagioni. In queste zone temperate umide si trovano le foreste di latifoglie,diffuse in entrambi gli emisferi, in questi boschi gli alberi prevalenti sono: i faggi e le querce in Europa, i faggi e gli aceri in America settentrionale. Lungo la costa occidentale di quest’ultimo continente, dove le piogge sono particolarmente abbondanti, crescono alberi giganteschi come la sequoia e l’abete di Douglas, che possono superare anche i cento metri d’altezza.
La fauna di queste foreste è ridotta a causa del diboscamento. Sopravvivono tuttavia cervi, cinghiali, volpi, lepri e qualche orso, oltre a varie specie di uccelli.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email