Video appunto: Alternarsi delle stagioni

L'alternarsi delle stagioni



per effetto dell'inclinazione dell'asse terrestre e della rotazione della terra intorno al sole,
nel corso dell'anno si alternano quattro stagioni -inverno, primavera, estate, autunno -caratterizzate da una differente durata delle ore di luce e di buio ed a temperature diverse:
il loro inizio cade quattro precisi giorni dell’anno, due dei quali prende il nome di solstizi e due di equinozi.


Equinozio di primavera (21 Marzo)



il 21 Marzo segna l'inizio della primavera nel emisfero boreale e del autunno in quello australe :
a 12:00 i raggi solari sono perpendicolari all'equatore e il circolo di illuminazione passa per i poli, quindi in ogni punto della terra il giorno è uguale alla notte ,ognuno di 12 ore .oltre il circolo polare artico comincia il giorno polare :circa sei mesi di luce continua in cui il sole non tramonta mai .

Solstizio d'estate (21 giugno)



il 21 giugno segna l'inizio dell'estate nell'emisfero boreale e dell'inverno in quello australe:
i raggi del sole a mezzogiorno cadono perpendicolarmente al tropico del cancro e si ha la massima durata del giorno dell'emisfero nord. Da questa data nell’emisfero boreale le giornate cominciano ad accorciarsi, mentre nel emisfero australe iniziano ad allungarsi

Equinozio d'autunno (23 settembre)



il 23 settembre segna l'inizio dell'autunno nell'emisfero boreale e la primavera in quello australe:
i raggi del sole cadono perpendicolare rispetto all'equatore, il circolo di illuminazione passa per i poli, quindi in ogni punto della terra il giorno è della stessa durata della notte ognuno di 12 ore.
al Polo Sud comincia il giorno polare al Polo Nord la notte polare.

Solstizio d’inverno (22 Dicembre)



Il 22 dicembre segna l'inizio dell'inverno nell'emisfero boreale e dell'estate in quello australe.
la massima illuminazione avviene nell'emisfero sud della terra. a partire da questa data nel emisfero boreale le giornate si allungano ,mentre nel emisfero australe si accorciano.