Le leggi di Ohm


Ohm si è occupato dello studio dei circuiti elettrici.
Un volt è l'energia potenziale che possiede una carica unitaria all'interno di un campo elettricc.

La differenza tra il voltmetro e l'amperometro:
Voltmetro: strumento che misura la differenza di potenziale. Un buon voltmetro deve avere una resistenza interna molto grande.
Amperometro: strumento che misura l'intensità di corrente. Un buon amperometro deve avere una resistenza interna molto piccola. H le estremità che toccano il filo conduttore (in serie).

La prima legge di Ohm.
Nei conduttori ohmici l'intensità di corrente è direttamente proporzionale alla differenza di potenziale applicata ai loro capi.
R = ΔV / i
R è la resistenza elettrica (V/A o Ω)
ΔV è la differenza di potenziale (V)
i è l'intensità di corrente elettrica (A)

La pila è un dispositivo capace di mantenere una differenza di potenziale alle sue estremità.

Si chiama corrente elettrica un moto ordinato di cariche elettriche. Per misurare la differenza di potenziale utilizziamo il voltmetro. Per misurare l'intensità di corrente utilizziamo l'amperometro.
R = ΔV / i
ΔV = Ri
i = ΔV / R
L'intensità di corrente è direttamente proporzionale alla tensione e inversamente proporzionale alla resistenza.
Si chiama resistore qualsiasi componente di un circuito che segue la prima legge di Ohm.

La seconda legge di Ohm.
La resistenza di un filo conduttore di un dato metallo è direttamente proporzionale alla sua lunghezza e inversamente proporzionale alla sua sezione.
R = p L/A
R è la resistenza elettrica (Ω)
p (si legge ro) è il coefficiente di resistività.
L è la lunghezza (m)
A è l'area trasversale (m²).

Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Circuiti - legge di Ohm e circuiti in serie