daddy8 di daddy8
Ominide 1072 punti

Il coulomb

Il coulomb è l'unità di quantità elettrica nel Sistema Internazionale ed il termine prende nome dallo scienziato che lo scoprì, Charles Coulomb. Viene identificato con la C ed è definito mediante l'ampere, ossia l'unità di misura dell'intensità della corrente elettrica nel Sistema Internazionale. Lo definiamo, ora, attribuendogli uno specifico valore numerico alla carica elettrica più importante, ossia la carica dell'elettrone. Espressa mediante questa unità, la carica negativa -e dell'elettrone è pari a:

[math]-e = -1,6022 \cdot 10^{-19} C.[/math]

Non è mai stata scoperta una sola carica che potesse essere minore rispetto a quella posseduta da un elettrone. Perciò, si ipotizza che tutte le cariche esistenti siano un multiplo della carica e, la quale viene generalmente denominata carica elettrica elementare. Il coulomb è una quantità di carica grandissima. Un corpo che possiede una carica negativa di 1 coulomb avrebbe un grande eccesso di elettroni, ad esempio:

[math]\frac{1}{1,6 \cdot 10^{-19}} = 6 \cdot 10^{18}[/math]
, una quantità pari a circa sei miliardi di miliardi.

Generalmente questo numero corrisponde alla quantità di elettroni che sono contenuti in un centimetro cubo d'aria. In alcuni fenomeni elettrostatici sono presenti cariche inferiori rispetto ad un milionesimo di coulomb, vale a dire, eccessi/difetti che vanno dal milione di milioni di elettroni.

Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove