Collegamenti i condensatori all'interno di circuiti

Esistono due tipi di collegamenti: in sere e in parallelo.

COLLEGAMENTI IN SERIE:L'estremo finale di un componente coincide con l'estremo iniziale di un altro componente.
Due o più condensatori sono collegati in serie quando l'armatura carica negativamente (o positivamente) di uno di essi è collegata elettricamente all'armatura carica positivamente (o negativamente) del successivo. Ciascun condensatore ha una certa capacità C1 e C2, una carica Q1 e Q2 e quindi una ∆v1 e ∆v2. Essendo caricate in serie, le cariche Q1 e Q2 sono uguali poiché la carica fra le piastre avviene per induzione. Il sistema si può considerare come un solo conduttore equivalente, escludendo le piastre interne perché si annullano. Avremo quindi che Q = Q1 = Q. Per determinare la capacità totale si ha:

- C = Q/∆v dove ∆v = ∆v1 + ∆v2 o anche ∆v = Q/C
- sostituendo avrò Q/C = Q1/C1 + Q2/C2
- semplificando avrò 1/C = 1/C1 + 1/C2
La capacità totale dei condensatori in serie è tale per cui il suo inverso è uguale alla somma degli inversi delle capacità dei due condensatori.
La capacità totale è minore di ogni singola capacità

COLLEGAMENTI IN PARALLELO:Hanno gli estremi in comune.
I condensatori sono collegati in parallelo quando hanno gli estremi in comune e hanno la stessa differenza di potenziale, per cui ∆v = ∆v1 + ∆v2. In questo caso sono diverse le cariche Q1 e Q2 se lo sono anche C1 e C2. Per determinare la capacità totale si ha:
- C = Q/∆v = (Q1 + Q2)/∆v = Q1/∆v + Q2/∆v = C1 + C2 dunque C = C1 + C2.
La capacità totale è maggiore di ogni singola capacità

Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email