Ominide 2892 punti

La natura della luce

Spettro della luce visibile: è l'insieme dei colori percepibili dall'occhio umano.
La luce visibile è composta da onde elettromagnetiche di frequenza comprese nell'intervallo fra 4 10 Hz e 8 10 m. Sfuggono alla viste onde elettromagnetiche di frequenza superiore o inferiore.
Corpo luminoso o sorgente di luce: è un qualsiasi oggetto che emette onde elettromagnetiche appartenenti allo spettro della luce visibile.
Corpi illuminati: oggetti che ricevono la luce da qualche sorgente e la diffondono in tutte le direzioni
I corpi che si lasciano attraversare dalla luce sono corpi trasparenti, quelli che non si lasciano passare dalla luce sono corpi opachi.
La luce si propaga in linea retta. Raggio è una retta perpendicolare ai fronti d'onda, che indica la direzione di propagazione dell'onda.
La zona d'ombra si verifica quando un corpo opaco è disposto tra una sorgente luminosa e uno schermo. Se la sorgente è sufficientemente estesa appare anche una zona di penombra dove arriva solo la luce proveniente dai bordi della sorgente.

Le grandezze fotometriche sono usate per valutare l'entità delle sensazioni fisiologiche provocate dalla luce nell'uomo
La luce segue le stesse leggi riguardanti l'interferenza, l'unica differenza è che l'onda sonora è longitudinale mentre quella luminosa è trasversale.
La polarizzazione della luce
La luce è un'onda trasversale e ciò causa la polarizzazione.
Polarizzazione di un'onda elettromagnetica: le onde elettromagnetiche sono onde trasversali, poiché i campi elettrici e magnetici a esse associati oscillano perpendicolarmente alla direzione di propagazione. La direzione di polarizzazione di un'onda elettromagnetica coincide con la direzione di oscillazione del campo elettrico. La luce si dice polarizzata linearmente se le oscillazioni avvengono costantemente lungo la stessa direzione.
Filtri polarizzatori sono materiali (naturali o artificiali) che ci permettono di mettere in evidenza la luce polarizzata.
La riflessione della luce e gli specchi piani.
La luce si riflette su ogni superficie lucida o su uno specchio.
Angolo di incidenza: compreso fra la direzione fra la direzione del fascio incidente e la perpendicolare allo specchio.
Angolo di riflessione: compreso fra la perpendicolare e il fascio riflesso
Prima legge della riflessione
Il raggio riflesso giace nel piano di incidenza
Seconda legge della riflessione
L'angolo di riflessione r e l'angolo di incidenza i sono uguali:
r=i
Diffusione
Ciascuna superficie non è perfettamente liscia, ma presenta delle asperità. Ciascun raggio di luce colpendo ogni singola asperità viene deviato secondo le leggi di riflessione in tutte le direzioni.
L'indice di rifrazione = alla velocità nelle onde sonore
Angolo limite: nella rifrazione da un mezzo con indice di rifrazione n all'aria, l'angolo limite l è l'angolo il cui seno è uguale al reciproco di n:
Riflessione totale: un raggio luminoso che si propaga nell'acqua in parte si riflette e in parte si rinfrange sulla superficie a contatto con l'aria se l'angolo di incidenza i è inferiore all'angolo limite l. Se i è maggiore di l, il raggio è totalmente riflesso.
Dispersione: è la separazione dei colori della luce

Hai bisogno di aiuto in Concetti generali di fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email