Ominide 274 punti

Una qualsiasi forza si dice "conservativa" quando il lavoro compiuto dall'oggetto su cui è applicata viene immagazzinato in altre forme di energia (cinetica, potenziale) e che quindi non viene disperso. Al contrario, una forza si dice "non conservativa" se il lavoro compiuto non viene immagazzinato, ma si disperde in altre forme (molto spesso in calore od onde sonore).
E' ovvio quindi dire che se un sistema chiuso è formato da sole forze conservative il lavoro è nullo.
Possiamo inoltre dire che considerando due punti A e B, se il lavoro compiuto da una forza per spostare un oggetto dal punto A al punto B (o viceversa) è lo stesso indipendentemente dal percorso scelto, allora la forza è conservativa.
Un esempio di forza conservativa è la forza gravitazionale, mentre un esempio di forza non conservativa è la forza d'attrito.

La forza gravitazionale:
prendendo in considerazione un sistema chiuso di punti posti a rettangolo (ABCD) su un piano verticale, si esamini il lavoro della forza di gravità dei singoli segmenti

per quanto riguarda il segmento AB il lavoro è uguale a zero, in quanto il vettore di spostamento e quello della forza di gravità formano un angolo di 90 gradi, per cui dalla formula:

[math]L=F\cdot s\cdot\cos\alpha[/math]

essendo

[math]\cos\alpha[/math]
nullo il lavoro è uguale a zero. Lo stesso discorso vale per il segmento CD parallelo ad AB. Gli unici lavori considerati sono quelli dei segmenti BC e AD, che sono uguale in modulo, ma con segno opposto, poiché nel segmento BC
[math]\cos(0)=1[/math]
e nel segmento DA
[math]\cos(180)=-1[/math]
. Calcolando il lavoro totale del sistema troverei dunque che:

[math]L_{tot}=L_{AB}+L_{BC}+L_{CD}+L_{DA}=0+M\cdot g\cot BC+0-M\cdot g\cot DA[/math]

considerando che è un rettangolo allora

[math]BC=DA=h[/math]
per cui risolvendo la somma si avrà che il lavoro è nullo, per cui la forza gravitazionale è una forza conservativa.

Per quanto riguarda la forza d'attrito, se si considera nello stesso sistema, dalla definizione di forza d'attrito (una forza che si oppone ad un'altra forza) si evince che l'angolo tra i due vettori (forza e spostamento) sarà sempre di 180 gradi, per cui si avrà un lavoro negativo uguale alla somma dei lavori sui singoli percorsi.

Hai bisogno di aiuto in Concetti generali di fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email